Anime – I folli riassunti: E’ quasi magia Johnny, tra telecinesi, amore e sigle insensate

di Marco Della Corte
Anime - I folli riassunti: E' quasi magia Johnny, tra telecinesi, amore e sigle insensate

Ascoltando le parole della sigla italiana dell’animeE’ quasi magia Johnny” ci aspettavamo una trama piena di mutanti e poteri in pieno stile X-Men. Tuttavia, l’elemento magia è praticamente superfluo in questo anime giapponese, almeno se comparato con l’elemento amoroso che domina nella storia.

Dovete sapere che all’epoca, chi scriveva i testi delle sigle dei cartoni animati, al massimo guardava la prima e l’ultima puntata della serie, inserendo quindi situazioni e parole a random, che potessero, in qualche modo, fare rima. Le frasi più famose della sigla di Johnny (cantata dall’allora onnipresente Cristina D’Avena) sono perlopiù tutte scemenze:

  1. “E’ timido e sincero di tutti tutto sa poiché legge nel pensiero“: proprio no! Johnny manco ce l’ha una capacità simile, nè tantomeno è timido, anzi…
  2. “Se a Johnny gira e va che strane cose fa lui vola con la forza del pensiero”: non ci pare possa imitare Superman o Peter Pan.

Anime: la trama di E’ quasi magia Johnny

Protagonista di questo anime è Johnny, un adolescente appena trasferitosi con la famiglia in una nuova città. Il primo episodio non inizia neanche bene che il nostro giovincello incontra la tipa più gnocca del vicinato: Sabrina. Quest’ultima pare nutrire già una certa simpatia per Johnny (e non si conoscono neanche da due minuti) tanto che gli regala il suo cappello.

Nessuno sa che il giovane si è dovuto trasferire assieme alla sua famiglia,a  causa dei poteri soprannaturali ereditati dalla madre: come la telecinesi, il teletrasporto e la capacità di viaggiare nel tempo. Insomma: un mix di poteri provenienti da X-Men, Flash e Dragon Ball in un unico personaggio.

Peccato che le due sorelline monelle di Johnny, Simona e Manuela, tendano ad abusare un pò troppo delle loro capacità extrasensoriali. Proprio per questo motivo, la famiglia di Johnny è sempre costretta a traslocare di città in città, rimanendo al verde a causa delle spese di trasloco…

Cioè, un altro con tali poteri, avrebbe già fatto domanda per la tessera di socio onorario degli Avengers o della Justice League, invece no… Johnny e le sue sorelle non solo devono tenere nascoste le loro capacità, ma devono andare a scuola come tutti gli altri ragazzini della loro età!

A decidere questo è stato il loro padre che non ha alcun potere e che peraltro ha un nome da mafioso russo: Sergei (da!). Nella nuova scuola, Johnny si ritrova come compagna di classe, proprio la bella Sabrina, che però tende a fare la preziosa con il nostro eroe, tenendosi in disparte ed assumendo pose ed espressioni tipicamente Vegeta-style.

Peccato che in classe sia presente anche un rarissimo caso umano: stiamo parlando di Tinetta, amica di Sabrina. Come non ricordare poi gli sfigati della situazione? In primis Renato, innamorato di Tinetta e con la passione evidente per le lampade.

Sabrina ama suonare il sassofono e lavora part-time in un caffè: l’ABCD. La parte restante del tempo la trascorre facendo la teppista e pestando i vari bulletti nei pressi di un fiumiciattolo. Nel frattempo, di Johnny si invaghisce anche Tinetta e lui, in quanto adolescente nel pieno della sua pubertà, non riesce a respingerla al 100x100, instaurando un vero e proprio triangolo amoroso: Tinetta ama Johnny ama Sabrina.

Questo darà via ad equivoci e situazioni imbarazzanti, come quella in cui Johnny resta a fissare per mezz’ora Sabrina mentre suona un flauto. Topico il momento in cui un Johnny avvinazzato ci provò con Sabrina, avendo come risultato un ceffone da lei.

Che dire poi delle fantasie e delle stramberie del protagonista? Come quando immagina Sabrina a forma di sirena durante una vacanza al mare. Oppure quando decide di diventare un ragazzo “deciso”, facendosi leccare i capelli da una mucca e svaligiando il vestiario di Una Vita, per far colpo sulla sua bella. Nelle ultime battute del cartone, Johnny scopre che nel cuore di Sabrina c’era già un uomo, il suo primo amore, incontrato sei anni prima che conoscesse Johnny. Con questo tizio, Sabrina si era scambiata la promessa di vedersi sei anni dopo, guarda caso…

Un Johnny sconvolto, decide di viaggiare nel tempo per scoprire chi sia il suo misterioso rivale in amore. Incontra qui una Sabrina più giovane, comprendendo alla fine che il primo amore della ragazza non era che lui stesso! Insomma, il tipico caso di paradosso temporale stile Ritorno al futuro… Una volta tornato nel presente, Johnny dà il suo “secondo” bacio a Sabrina. E Tinetta?

Tranquilli, fortunatamente l’epilogo potrete scoprirlo nel primo film. Nel secondo vedremo invece i vari personaggi cresciuti: Johnny è divenuto un fotoreporter, fidanzato con Sabrina che intanto studia all’università; Tinetta invece sta sfondando nel mondo dello spettacolo.

Eccoci arrivati alla fine del riassunto anime. Ringraziamo Lilletta Ely alla quale ci siamo ispirati per stilare questo articolo. Qui di seguito il video-riassunto originale della youtuber. Buona visione!

Articoli Correlati