5 Seconds of Summer: la recensione e la scaletta del concerto ad Assago

di Alberto Muraro

Luke Hemmings, Calum Hood, Ashton Irwin e Michael Clifford hanno dato il via alla loro carriera, inutile negarlo, come il più classico dei gruppi pop rock adolescenziali. Non è infatti un caso che questi 4 bravi ragazzi australiani siano stati scelti dagli One Direction come opening act del Take me home tour. Eppure, i 5 Seconds of Summer sono molto, molto di più di un semplice gruppo spalla che fa canzoncine orecchiabili.

Dimostrazione di ciò, in particolar modo, è stato il loro terzo disco Youngblood, che per molti versi ci ha spiazzato. L’album è infatti profondamente moderno, all’avanguardia, e prende spunto dall’elettronica tanto di moda rimaneggiandola a favore della chitarra elettrica. Il risultato, devastante, si è concretizzato dal vivo nel live del Meet you there tour 2018, passato ieri sera per il Forum di Assago a Milano.

Al concerto c’eravamo anche noi di GingerGeneration.it, presi benissimo. Già, perché i 5 Seconds of Summer ci hanno regalato un’ora di mezza di intrattenimento puro, divertente, trascinante. I 5SOS sono, dal vivo, la quintessenza di quello che un gruppo dovrebbe essere: partecipativo, disponibile, aperto a rimettere in gioco lo show a seconda delle richieste del pubblico. E così è stato.

Quando le fan hanno dedicato a Luke Hemmings l’immancabile coro “sei bellissimo”, ad esempio, la band ha colto la palla al balzo iniziando a strimpellare le note del celebre brano di Loredana Bertè. Il gruppo, inoltre, ha esplicitamente chiesto alle presenti di riproporre la fan action vista pochi minuti prima, manifestazione del contatto continuo (e molto apprezzato) che si è creato con i presenti.

Sparito, dunque, l’approccio inflessibile dei live programmati, dove sembra che ogni momento sia calibrato con il cronometro. I Seconds of Summer, che dal vivo sono pazzeschi (un plauso anche all’ottimo impianto acustico) si ritagliano infatti diversi momenti tutti dedicati ai loro fedele pubblico italiano, che fra le altre cose ha regalato al gruppo la data di questo tour con il maggior numero di presenze.

Dimenticatevi, tuttavia, le atmosfere sperimentali di Youngblood, dal vivo. Il Meet you there tour è anche e soprattuto un concerto rock, tutto fatto di chitarre elettriche, bassi e batteria. Lo spazio per sintetizzatori e simili è infatti davvero marginale, anche se va detto (e questa è l’unica pecca del live) che per alcuni pezzi, come il capolavoro Youngblood, sarebbero stati la ciliegina sulla torta.

Post scriptum: a pochi minuti dall’inizio del live, abbiamo intravisto alcune delle  responsabili delle fan action, perfettamente riuscite, della serata. A loro vanno i nostri più sinceri complimenti, avete dimostrato un’intraprendenza e una professionalità davvero incredibili, nonostante la vostra giovane età. Ci auguriamo che in futuro la musica, in qualche modo, possa diventare la vostra strada: lo meritereste voi più di chiunque altro.

 

Qui sotto la scaletta del concerto dei 5 Seconds of Summer di ieri sera al Forum di Assago.

Scaletta 5 Seconds of Summer Meet you there tour 2018 Forum di Assago

Babylon

Talk Fast

Moving Along

She’s Kinda Hot

Waste The Night

More

Better Man

If Walls Could Talk

Ghost Of You

Amnesia

The Only Reason

Lie To Me

Why Won’t You Love Me

Valentine

Meet You There – reMix

Jet Black Heart

Want You Back

She Looks So Perfect

Youngblood

 

 

C’eravate anche voi al concerto dei 5 Seconds of Summer al Forum di Assago?

Articoli Correlati