Michael Clifford dei 5 Seconds of Summer accusato di molestie sessuali

di Alberto Muraro

Michael Clifford, il chitarrista dei 5 Seconds of Summer, è in queste ore al centro di un enorme polverone mediatico. Fra il 14 e il 15 giugno scorso, infatti, l’hashtag #MichaelCliffordisoverparty è entrato in tendenza su Twitter dopo che un gruppo di ragazze (o per meglio dire hater) ha riportato in luce il passato oscuro del musicista.

 

Due sono i motivi che hanno portato il nome di Michael Clifford nelle tendenze di Twitter. Da un lato, un gruppo di ragazze (ed ex fan dei 5sos) ha infatti accusato l’artista di molestie. A quanto pare, infatti, il musicista avrebbe sfruttato la calca durante i concerti per palpeggiare alcune ragazze fra il pubblico. L’altro motivo è legato ad una serie di vecchi tweet ripescati dal passato nei quali Michael esprimeva commenti razzisti, sessisti ed omofobi.

Clicca qui per attivare la prova gratis di Disney Plus!

 

michael clifford

 

In un primo momento, sono arrivate le accuse di razzismo. Ecco come Michael Clifford ha risposto:

Sono davvero desolato per tutte le stupide c*zzate che ho fatto quando ero più giovane. Io ora sono una persona diversa con una comprensione molto maggiore del mondo. Alcune persone hanno accesso ad un megafono digitale troppo presto, purtroppo. E io sono stato uno di questi.

 

Mi dispiace aver ferito qualcuno. Non era nelle mie intenzioni. Sono stato così ingenuo, sono in imbarazzo e più che dispiaciuto. Continuerò a fare del mio meglio e continuerò a cambiare. Non vorrei ferire mai più nessuno.



Se Michael Clifford ha dunque ammesso l’esistenza di vecchi tweet decisamente poco carini, l’artista ha respinto categoricamente le accuse di molestie nei confronti delle fan. Ecco le sue parole:

C**o. Mi spiace dover leggere tutte queste cose. Sono oltremodo FALSE. Non mi è mai stato permesso di mescolarmi fra la folla, potevo solo rimanere a guardare dal palco. Non avrei mai fatto una cosa del genere. Io farei mai una cosa simile. MAI. Sono sconvolto.

 

Ecco il video in cui Michael cerca di spiegare quello che gli era “concesso” fare con le fan durante i concerti.

 

Articoli Correlati