Valerio Scanu: "Voglio portare Parto da qui nei teatri!"

di admin

E’ uscito oggi in tutti i negozi di dischi la nuova raccolta di inediti di Valerio Scanu. il vincitore dell’ultima edizione di Sanremo presenta Parto da qui, ed ovviamente Gingergeneration.it non poteva mancare. Il giovane cantante sardo è evidentemente maturato rispetto alla prima intervista di tanto tempo fa, la sua musica è cambiata con lui, nuove sonorità e nuovi sogni nel cassetto, come l’idea di un tour multicolor!
Ecco cosa ci ha raccontato stamattina prima di andare a firmare autografi presso la Mondadori di Corso Vittorio Emanuele a Milano!

L’intervista

Mentre ci accomodiamo arriva la notizia che fuori dalla Mondadori ci sono già fan in attesa, Valerio sorride. Partiamo proprio dal titolo del nuovo disco.
Ciao Valerio, Parti da qui per arrivare dove?
Parto da qui per continuare il mio percorso, per continuare a fare ciò che amo, cioè cantare

Tornerai a Sanremo?
No, nell’immediato non credo che tornerò all’Ariston.

All’interno del cd fisico c’è uno spazio dedicato alle fan, una pagina per una dedica, un’altra per una loro foto con te, come mai questa scelta?
Nel packaging di questo album non ho voluto lasciare niente al caso, volevo un prodotto più maturo che rispecchiasse la mia crescita e non potevo tralasciare le mie fan che sono cresciute con me. Pensa che nel dicembre 2009 avevo fatto una data in Sardegna con 300 spettatori paganti che è già un buon numero, a Giugno di quest’anno, sempre in Sardegna, in un concerto mi sono esibito davanti a 2000 persone con biglietto!

Ascoltando il disco si nota subito che i brani sono molti più suonati rispetto a prima, a cosa ti sei ispirato?
E’ vero l’album è caratterizzato da un sound molto fresco. Tempo fa avevo ascoltato l’ultimo disco dei Tray e avevo notato che c’era una vero e proprio filo conduttore che univa i brani dal primo all’ultimo. Io, allo stesso modo, ho voluto creare una linea che percorresse tutto il disco.

Ti sarebbe piaciuto proseguire la collaborazione con Pierdavide Carone?
Guarda non ho la presunzione di cercarmi un autore che abbia un nome. Certo mi sarebbe piaciuto collaborare con Pierdavide cosi come con chiunque altro scriva canzoni che mi piacciano. Il 90% dei testi li ho scelti da me.

Hai scelto tu come primo singolo Mio?
I singoli escono di solito il martedì, la Emi aveva scelto Libero come primo estratto da disco, ma io non ero convinto. Domenica ho chiamato e alla fine abbiamo scelto Mio che è una ballad che unisce ciò che ho fatto in precedenza con il nuovo progetto.

Hai già pensato a come portare questo album live in giro per l’Italia?
Non c’è ancora nulla di deciso ma comunque mi piacerebbe molto un tour teatrale. Mi immagino una scenografia tutta colorata, cavi compresi, insomma una cosa originale. Niente di troppo costoso ma vorrei staccarmi dall’impostazione classica di prima, riarrangiare anche i vecchi brani con nuove sonorità.

Guarda il video di Mio di Valerio Scanu!

 

Articoli Correlati