Tour music fest: la finale!

di admin

E’ passato un altro anno e dopo l’enorme successo di pubblico e critica della scorsa edizione, arriva puntuale la finalissima del Tour Music Fest 2008 con i suoi ospiti eccellenti – da Mogol a Giampaolo Rosselli (SONY BMG), da Franco Fasano a Robert Steiner, da Luca Pitteri ad Alessandra Onano, Silvia Gollini e tanti altri- e con la sua protagonista principale da sempre: la musica emergente.

In Italia la voglia di musica è tanta e lo dimostrano i numeri: più di 2300 artisti iscritti, 1500 quelli passati alla seconda fase e 5 finalisti per categoria (cantautori, original band, interpreti, junior).

Con le sue 24 città e le sue migliaia di persone coinvolte tra musicisti, addetti ai lavori, cantanti ecc, il Tour Music Fest si è rivelato così anche quest’anno il festival indipendente più nutrito, un vero e proprio viaggio alla scoperta della musica lungo tutta la penisola, nessuno escluso.

In attesa di avere i nomi precisi dei finalisti, che si sapranno il 2 novembre, data delle semifinali, abbiamo intervistato Gianluca Musso, Project Manager del Tour Music Fest…

Tour Music Fest 2008: quali sono i vantaggi per i vincitori della nuova edizione?
Abbiamo aggiunto nuovi premi molto utili per la carriera di un artista, come la produzione di un videoclip professionale (qualità MTV per il valore di 7000 euro) e una borsa di studio per un corso di canto con il maestro Luca Pitteri. Ma la novità più importante di quest’anno è sicuramente il tour macroregionale della seconda selezione.
Lo staff del Tour Music Fest, infatti, dopo il primo tour di 24 date è ripartito per effettuare anche la seconda selezione in 4 città (Milano, Roma, Cosenza, Caserta) sempre per facilitare gli spostamenti dei partecipanti e per abbattere i costi che gli artisti devono affrontare.
Per non parlare dell’importante collaborazione con il Landes Musiques Amplifiées, il festival francese gemellato con il Tour Music Fest, che sta così iniziando a creare un network internazionale dedicato allo sviluppo e alla crescita delle nuove proposte musicali.

Insomma sempre di più un viaggio che comincia nella “saletta sotto casa” e conduce direttamente al Piper…e non solo! Ma quali sono state le caratteristiche artistiche dei ragazzi partecipanti di questa edizione?
Beh, indubbiamente quest’anno abbiamo potuto ascoltare tanto hip hop e be bop, cosa che nella scorsa edizione era capitata rare volte, e invece evidentemente si tratta di un genere sempre più in fase di crescita anche in Italia e alla ricerca di spazio, oltre la più tradizionale “strada”.
Poi –sicuramente di tendenza- abbiamo ascoltato un Emo Punk attualmente molto in voga, ma non è mancato neanche il rock più classico , fino ad arrivare al crossover…quasi a volere dimostrare un’alternativa alle tendenze di oggi di cui sicuramente si sente la necessità.
A proposito di alternative, è stata notevole anche la presenza di gruppi che recuperano la musica popolare e dialettale, dandole spunti nuovi, con riarrangiamenti interessanti e a volte folk…questo soprattutto al sud, mentre al nord è molto più consistente la fascia cantautorale.

“All’inizio era Mogol”…e poi si sono aggiunti tanti personaggi di spicco del contesto discografico e musicale nazionale. Chi ci sarà quest’anno nella Commissione Artistica?
Quest’anno la commissione artistica avrà un altro nome di spicco, il Maestro Luca Pitteri, che già l’anno scorso aveva collaborato con noi all’interno degli stage del TMF, ma ovviamente è inutile dire che da questo punto di vista la nostra organizzazione è sempre work in progress alla ricerca di altre personalità del mondo musicale e discografico e tanti tanti curiosi…durante la finale 2007 oltre a max Mastrangelo, manager di Cammariere, all’ultimo momento è venuta a trovarci anche Tamara Taylor di RDS…e anche se non possiamo ancora confermare ospitate di questo genere…possiamo assicurarvi che c’è un grande fermento nell’aria e che se ne vedranno delle belle!

Immagine di copertina:

Flickr.com

Articoli Correlati