Tattoo Mania: dilaga la moda dei tatuaggi per un giorno!

di admin

Fan dei tatuaggi unitevi (soprattutto se i vostri genitori non vi danno assolutamente il permesso di tatuarvi in modo "permanente")! Sono in arrivo i tattoo adesivi, lanciati da Chanel nelle sfilate P/E 2010: si applicano velocemente e si rimuovono in modo altrettanto semplice e veloce! Dopo i tatuaggi all’henné -sfoggiati da Madonna qualche anno fa nel video di "Frozen" e supercopiati da tutte le fashion addicted del pianeta- ecco il nuovo trend in materia di "stampe per la pelle" (rigorosamente temporanee)!

Tattoo adesivi

In occasione della Notte degli Oscar, tra i vari braccialetti al polso dell’attrice Sarah Jessica Parker (la trendissima Carrie Bradshaw di "Sex and the City", ndr) ne compariva uno tatuato. Tattoo come gioielli, quindi: è questa l’innovativa idea proposta per la stagione P/E 2010 da Peter Philips, direttore internazionale di Chanel Cosmetics. Si tratta di tatuaggi adesivi, usati come ornamento per il corpo: nelle sfilate, le modelle avevano collo, braccia, mani e gambe decorati con queste stampe temporanee e delicate. I soggetti della collezione Chanel di tatuaggi adesivi sono quelli tipici della maison: collane di perle, piccole rondini e spighe di grano, catene e l’intramontabile logo (le due "C" incatenate). Applicare i tatuaggi adesivi è semplicissimo (e indolore!): basta inumidire la pelle ed appoggiarvi, premendo leggermente, il disegno scelto. Per rimuoverli, poi, è sufficiente un po’ di latte detergente. Altro che aghi, inchiostri e sofferenze fisiche… Per personalizzare il look, oggi, basta uno sticker!

Dove li trovo?

Il kit Les-trompe-l’oeil-de-Chanel -in vendita esclusivamente nelle boutique Chanel, in edizione limitata- contiene 5 fogli, per un totale di 55 tatuaggi adesivi, comprendenti diversi decorazioni. Anche il prezzo non è eccessivo, soprattutto se paragonato a quello dei "veri" tatuaggi: "solo" 55 euro ed i preziosi stickers saranno nelle vostre mani!

 

Immagini di copertina e della boutique Chanel tratte da Flickr.

Articoli Correlati