Selena Gomez – Revival: la recensione di GingerGeneration.it!

di Alberto Muraro

Non sono stati due anni facili questi per la nostra Selena Gomez: la fine della storia con Justin Bieber, il presunto litigio con l’ormai ex amica del cuore Demi Lovato e, soprattutto, la rehab forzata hanno indubbiamente toccato corde profonde dell’artista statunitense, tornata poche ore fa con il nuovo disco Revival che, come suggerisce il titolo, ha tutte le sembianze di una vera e propria rinascita

Il disco si muove su due principali linee stilstiche: quella più movimentata che strizza l’occhio all’EDM (Kill em with kindness, Me & The Rhythm o ancora Survivors) e quella maggiormente introspettiva grazie alla quale Selena Gomez mette in luce il suo lato più malinconico e ferito (in Camouflage o ancora in Sober, che ricorda molto lo splendido pezzo omonimo della collega Pink); tutto il disco si gioca su questa nuova consapevolezza da parte dell’artista, stanca di sentirsi “brava ragazza” per forza (si veda Same Old Love, canzone dove le scappa pure qualche parolaccia) che se ne sta zitta mentre la sua dolce metà la prende in giro.

In questo senso, Selena Gomez chiarisce fin da subito le sue intenzioni (nella particolare title track, che mescola delicatamente elettronica e pop-rock) sottolineando che –si è tuffata nel futuro, accecata dal sole, rinata in ogni momento e senza un’idea precisa di quello che potrebbe diventare-: magistrale a riguardo la rappresentazione della sua nuova immagine sensuale ed ammiccante espressa al 100% nello stupendo primo singolo Good For you, senza ombra di dubbio il miglior pezzo del disco, che si presenta una Selena pronta a regalarsi anima e corpo alla persona che ama –sincronizzando la pelle con il ritmo del suo cuore-.

Revival è inoltre un disco molto in linea con le attuali tendenze musicali (pensiamo per esempio alla dancehall orientaleggiante di Me & my girls) e mette Selena Gomez totalmente a nudo, evidenziando le sue (tante) fragilità ma anche i suoi punti di forza, che si concretizzano in una serie di pezzi talmente radiofonici da poter essere tranquillamente estratti come singoli: una sfida superata (con il suo corpo e la sua anima), che per una volta ha sfatato il mito secondo cui nel mondo del pop il secondo disco sia sempre il più difficile nella carriera di un artista.

 

selena gomez album cover

Tracklist

1.Revival
2. Kill Em With Kindness
3. Hands To Myself
4. Same Old Love
5. Sober
6. Good For You
7. Camouflage
8. Me & the Rhythm
9. Survivors
10. Body Heat
11. Rise

Deluxe Edition
12. Me & My Girls
13. Nobody
14. Perfect

International Edition
15. Outta My Hands (Loco)
16. Cologne

Articoli Correlati