Benji & Fede – 20:05: la recensione di Gingergeneration.it!

di Alberto Muraro

Se le vicende dei protagonisti di Dawson’s Creek si fossero svolte a giorni nostri, un’età dominata dai social network e dall’elettronica che si mescola al pop melodico, probabilmente la colonna sonora perfetta delle loro vite sarebbe stata molto simile ai pezzi di 20:05, il sorprendente disco d’esordio degli emiliani Benji e Fede, che qualche giorno fa abbiamo avuto il piacere di intervistare.

Il successo di questi due giovanissimi artisti è stato fin da subito impressionante, ma dopo tutto non proprio inaspettato: piacenti, simpatici e perfettamente in linea con le richieste del mercato estivo italiano, sempre alla ricerca di pezzi scanzonati e orecchiabili, Benji e Fede avevano già in mano il cuore delle loro migliaia di fan ben prima di iniziare a pubblicare i singoli di debutto Lunedì e Tutta d’un fiato, schizzati in top 10 a poche ore dalla loro pubblicazione su iTunes. Insomma, i due sono arrivati proprio al posto giusto al momento giusto.

20.05, il loro debutto in sala di registrazione, è un album che concentra in sé ballate commoventi, brani dal sapore più allegro e, soprattutto, tanti richiami alla dance mondiale: cavalcando l’onda dell’ultimo Marco Mengoni, di Ed Sheeran e di Ellie Goulding, il disco suona come un progetto dal sapore incredibilmente internazionale, caratteristica rara nel panorama italiano del pop melodico, che di norma non esce dal seminato e si attiene ad uno stile standard che ben poco ha di innovativo.

E’ proprio con questo tipo di atteggiamento e con questa voglia di “svoltare” che nascono le sonorità di Tutta d’un fiato, ma anche di Tempo di cambiare o ancora della particolare Stroboscopica, una canzone che ci descrive la luna come una palla da discoteca che romanticamente trasforma l’oceano in un dancefloor sul quale ballare un lento; il tema dell’amore è, in effetti, il fulcro di tutto 20:05, che si concretizza in testi diretti e nei quali qualunque teenager potrebbe sentirsi rispecchiato. Spicca, a proposito, la voglia di scappare dal dolore e dalle difficoltà della vita di New York, un pezzo dal ritornello dolcissimo e irresistibile che starebbe davvero bene come prossimo singolo.

Con questo loro primo progetto, Benji e Fede si sono insomma già assicurati un posticino nel cuore di tutti quegli ascoltatori che avevano voglia di un po’ di pop sul quale fantasticare, farsi scendere qualche lacrimuccia ma anche, perché no, fuggire anche solo mentalmente da una realtà con la quale troppo spesso ci si scontra. E anche chi, come il sottoscritto, è ormai un po’ cresciutelo, può godersi questo pop fresco e frizzante fingendo di essere ancora in piena fase adolescenziale, quando tutto sembrava più bello.

Che ne pensate di 20:05 di Benji & Fede?

 

benji & fede 20-05 copertina album

Tracklist

1 Tutta d’un fiato
2 Lettera
3 Lunedì
4 Senza te
5 New York
6 Fino a farmi male
7 Tempo di cambiare
8 Stroboscopica
9 Prendimi per mano

Articoli Correlati