Sanremo 2018 – Luca Barbarossa: il testo di Passame er sale (autori e significato)

di Alberto Muraro

Clicca qui per leggere il significato di Passame er sale!

CLICCA QUI per leggere tutti i testi delle canzoni di Sanremo 2018!

Passame er sale è la canzone di Luca Barbarossa in gara al Festival di Sanremo 2018, scritta da L. Barbarossa. Il titolo del pezzo è stato annunciato in diretta tv lo scorso 15 dicembre, in occasione dello speciale Sarà Sanremo presentato da Claudia Gerini e Federico Russo.

Il Festival di Sanremo 2018, vi ricordiamo, si terrà dal prossimo 6 al 10 febbraio come da tradizione presso il Teatro Ariston. Il conduttore (o meglio, il capitano) dell’evento sarà Claudio Baglion. L’artista festeggerà nel 2018 50 anni di onorata carriera. Insieme a lui troveremo Michelle Hunziker e Pierfrancesco Savino. I due “valletti” sono stati confermati qualche giorno fa in occasione della prima, importante conferenza stampa del Festival.

L’edizione 2018 del Festival, come già vi avevamo raccontato, includerà un totale di 20 BIG e 8 Nuove Proposte. Per quest’anno, Claudio Baglioni ha scelto di mettere in piedi un festival “0.0”, senza troppi fronzoli e all’insegna della qualità. Fra le novità introdotte dal cantante troviamo l’eliminazione della serata delle cover: per stavolta infatti i telespettatori assisteranno ad una serie di imperdibili duetti che trovate cliccando qui e andranno in onda venerdì 9 febbraio.

Dulcis in fundo, ricordiamo gli ospiti annunciati: ad una settimana dall’inizio del Festival sono stati confermati Sting e Shaggy, James Taylor, Gianni Morandi, Laura Pausini, Fiorello, Gianna Nannini e Negramaro.

Qui sotto trovate in anteprima il testo di Passame er sale di Luca Barbarossa.

Passame er sale er sale fa male
passame er tempo er tempo non c’è
passame armeno i momenti che ho vissuto co’ te
passame er vino lo mischio cor sangue
passame i sogni je metto le gambe
passame stelle che inseguono il giorno
e nun sanno dov’è
se semo amati feriti traditi e accarezzati
se semo presi lasciati pentiti
e aritrovati
pe’ ogni fijo amato e cresciuto n’avemo fatte de notti
mo’ li vedi anna’ in giro ner monno coi nostri occhi

ah si mi chiedi l’amore cos’è
io non c’ho le parole che c’hanno i poeti
nun è robba pe’ me
ah si me chiedi l’amore che d’è

io non c’ho le parole ma so che ner core
nun c’ho artro che te

Guardace adesso t’aspettavi de più
gniente è lo stesso ma più bella sei tu
che manco è na stella cadente avrei chiesto de più
se semo persi inseguiti impauriti
e in lacrime riconquistati
se semo offesi difesi colpiti
e pe’ tigna mai perdonati
n’avemo fatta de strada e de strada ancora ce n’è
ogni fiato ogni passo che resta vojo fallo co’ te

ah si mi chiedi l’amore cos’è
io non c’ho le parole che c’hanno i poeti
nun è robba pe’ me
ah si me chiedi l’amore che d’è

io non c’ho le parole ma so che ner core
nun c’ho artro che te
ah si mi chiedi l’amore cos’è
io non c’ho le parole ma so che ner core
nun c’ho artro che te

 

Che cosa ne pensate del testo di Passame er sale di Luca Barbarossa?

Articoli Correlati