Rainbow: il nostro viaggio nel magico studio d’animazione delle Winx

di Federica Marcucci

Se vi dicessimo che non è necessario arrivare fino in California per catturare la magia dell’animazione ci credereste?

Ebbene c’è un posto magico, immerso nelle campagne marchigiane, che in poco più di venti anni è stato in grado di ridefinire il concetto di entertainment made in Italy per famiglie, ragazzi (e non solo) con una produzione di altissima qualità e a tutto tondo.

Stiamo ovviamente parlando del Gruppo Rainbow, company fondata dal visionario ex fumettista Iginio Straffi e che, ancora oggi, ha sede lì dove è nata: nel cuore delle campagne marchigiane. Un territorio, in cui il sole e il vicino mare sembrano abbracciarsi, a cui il cuore pulsante dell’azienda è profondamente radicato.

Qui sono nate le Winx, ma anche Maggie e Bianca, Tommy e Oscar, Mia and Me e molti altri brand di successo. Italianissima ma dal respiro internazionale, la Rainbow è presente in ben 100 paesi al mondo, vanta una collaborazione con uno studio d’animazione canadese (Bardel) e l’orgoglio di essere stato il primo brand europeo a collaborare con Netflix.

Entrando negli studi Rainbow si ha da subito la sensazione di assistere a qualcosa di incredibile. Qui diversi reparti lavorano in perfetta sinergia per dare vita a prodotti diversi (sempre legati ai brand dello studio) ma rigorosamente curati nel minimo dettaglio.

Dalle serie tv animate o live action, dal merchandising, al publishing, ma anche ai live show, l’obiettivo dell’azienda è quello di restare fedele ai propri ideali qualitativi realizzando sempre contenuti coerenti con il brand di riferimento.

Un lavoro enorme che trova nell’animazione il suo pilastro primario, per un lavoro lunghissimo che la Rainbow realizza in parte in sede, in parte presso studi esterni (il già citato Bardel in Canada e in Asia).

Negli studi infatti ben 45 animatori si occupano di dare vita a personaggi noti e inediti, mentre gli esperti di CGI inseriscono gli effetti speciali: prerogativa fondamentale, soprattutto in Winx. Tuttavia il prodotto finito deve sempre passare per la sede “madre” per l’approvazione finale.

Una lavorazione lunga e complessa, ma capace di regalare grandi soddisfazioni. Pensiamo solo che in media una serie tv animata viene lavorata per due anni, in cui viene realizzato circa un minuto al giorno.

Ritmi frenetici, ma che hanno permesso alla Rainbow di diventare sin da subito competitiva sul mercato. Interessante è infatti la scelta di animare i cartoni basandosi su un labiale in lingua inglese. Un’idea adottata sin da subito e, grazie a cui, l’azienda è presente in ben 100 paesi.

Ma qual è il vero grande segreto del successo di Rainbow? Il fondatore Iginio Straffi non ha dubbi e suggerisce: tanta passione, sacrificio e volontà di far sognare anche le bambine. Nel 1995, anno di fondazione del gruppo, il panorama dei cartoni animati era infatti denso di contenuti maschili, a scapito di gusti più femminili.

In questo senso le Winx (il cui nome deriva da wings, ali in inglese) sono state delle vere e proprie pioniere nel rappresentare un modello di ragazza che, pur non rinunciando alla propria femminilità, è sempre consapevole della propria forza e indipendenza.

Una visione da cui sono nati anche brand di successo più recenti come Regal Academy o Maggie & Bianca, da cui sono a loro volta scaturiti prodotti crossmediali di ogni tipo, nati da un attento studio sul target. Il marketing Rainbow èminfatti  fortissimo per tutto quel riguarda abbigliamento, gadget, libri, fumetti, ma anche app e presenza sui social network, oltre a un parco a tema (Rainbow Magicland).

Sempre ispirata da nuove idee e voglia di reinventarsi, la Rainbow quest’anno presenterà una produzione diversa e dedicata ai più piccoli. Si tratta di 44 Gatti: cartoni animati in CGI ispirati alle celebri canzoni dello Zecchino d’Oro (riadattate anche in altre lingue) in cui vengono insegnati ai bambini valori importanti come la solidarietà, l’amicizia e la tolleranza.

Lo show andrà in onda in prima tv assoluta su Rai Yoyo da lunedì 12 novembre, tutti i giorni, alle ore 19.05 per poi essere distribuito a livello internazionale a partire dal 2019.

Ma non è finita qui: nel 2019 Rainbow si prepara infatti a festeggiare i primi 15 anni di Winx Club. Un successo importante che il brand ha voluto dedicare alle fan di ieri e di oggi con tanti appuntamenti dedicati.

In primis una mostra itinerante dedicata al mondo delle magiche fatine che, dopo aver debuttato al “Lucca Comics and Games” il prossimo 31 ottobre si sposterà a Milano e in altri paesi europei. Si prosegue con l’attesissima serie 8 delle Winx, un live show tutto nuovo e una serie tv live action targata Netflix.

E Maggie e Bianca? Dopo il grande successo dello scorso anno le protagoniste della serie tv tornano con un altro live show che toccherà le principali città italiane.

Le date sono: 4 novembre, Napoli (Teatro Palapartenope); 2 dicembre, Bari (Teatro Team); 16 dicembre, Milano (Teatro della Luna); 27 dicembre, Firenze (Teatro ObiHall); 12 e 13 gennaio (Roma, Teatro Olimpico); 26 gennaio (Torino, Teatro Alfieri).

L’ultima chicca che Rainbow ci rivela è una serie prodotta insieme a Nickelodeon che, almeno secondo voi, entrerà subito nei vostro cuori. Si tratta di Club 57, una serie che vanta un cast internazionale per storia che parla di viaggi nel tempo, amore e tanta musica.

Ambientata in Italia e a Miami tra il presente e gli anni ’50 la serie seguirà le avventure di due fratelli che si ritrovano catapultati indietro nel tempo in show musicale.

Quest’anno la Rainbow è al 13° posto dei “Top 150 Global Licensors” nella classifica stilata da License Global. Un successo tutto italiano, amatissimo in tutto il mondo e nato dai sogni di un giovane disegnatore marchigiano: qualcuno in grado di pensare talmente in grande da aver costruito un ponte perfetto tra l’animazione orientale e occidentale.

Qual è la vostra serie preferita targata Rainbow?

Articoli Correlati