Oscar 2011: Chi vincerà? – ecco le anticipazioni della serata

di Laura Boni

Mancano ormai poche ore all’inizio della cerimonia di premiazione degli Academy Awards; in attesa che le star sfilino sul tappeto rosso cerchiamo di fare un pò di pronostici sulla serata: uno dei più interessanti è stato calcolato da Zeta Interactive rilevando dati statistici da 200 milioni di pezzi legati agli Oscar e pubblicati su internet. Secondo il report, segnalato dall’Hollywood Reporter, la cerimonia verrà seguita dal 12% in più di spettatori rispetto all’anno scorso, Il Discorso del Re batterà The Social Network come Miglior regista, ma quest’ultimo vincerà come miglior film (l’opposto di quanto comunemente si ritiene, insomma). Christian Bale vincerà il premio come Miglior attore non protagonista, Colin Firth come Miglior attore, Natalie Portman come Migliore attrice protagonista, Melissa Leo come Migliore attrice non protagonista. Se così fosse, le sorprese della serata sarebbero davvero poche.

Cosa succederà:

Ma cosa dobbiamo aspettarci per la serata? Sempre l’Hollywood Reporter ha pubblicato una intervista ai produttori Don Mischer e Bruce Cohen, che hanno organizzato la cerimonia di quest’anno.  Ecco alcune curiosità: Non ci sarà più il tradizionale sul palco del Kodak Theater. Vi saranno una serie di proiezioni, che daranno l’impressione di uno show in continuo mutamento. “Le scenografie di quest’anno rifletteranno molto più contenuto rispetto al solito,” spiega Mischer. “Utilizzeremo l’ambiente per portare il palco in altri luoghi, altri tempi, cambierà tutto in maniera drammatica. Il look cambierà di volta in volta.” Insomma, un viaggio nella storia di Hollywood: “Ci saranno sei o sette transizioni sceniche durante lo spettacolo, con concept diversi,” continua Cohen. “In altre parole, una potrebbe essere una scena di un film, una potrebbe essere un periodo particolare nella storia, un evento, un genere cinematografico. Vogliamo lasciare il Kodak del 2011 per un po’, metaforicamente, e trasportare il pubblico in sala e a casa in altri luoghi nel tempo e nello spazio. Per esempio, è il decimo anniversario dell’Oscar al miglior film di animazione: quell’Oscar verrà presentato quindi in un… ambiente animato. Anche l’Oscar al miglior corto animato verrà presentato così.” Non si tratterà comunque di segmenti lunghi, ma di momenti lunghi meno di un minuto, per “presentare il contesto dei premi”.

I presentatori:

I produttori puntano molto sulla scelta di Anne Hathaway e James Franco come presentatori, per svecchiare lo show: “Sì, sono famosi,” commenta Cohen, “ma devono crescere. Non sono intoccabili e inarrivabili. Speriamo che facciano strada al pubblico”. I due presentatori dovranno “accompagnare il pubblico in un viaggio che inizierà in un luogo e, se tutto va come deve andare, ritornerà lì alla fine di tutto”.

Articoli Correlati