One Piece: cosa è accaduto nel capitolo 874? Il triste destino di King Baum

di Marco Della Corte
One Piece: cosa è accaduto nel capitolo 874? Il triste destino di King Baum

Nel capitolo 874 di One Piece sono accaduti diversi avvenimenti cruciali per il prosieguo del fumetto. Per coloro che non vogliono rovinarsi la sorpresa, consigliamo di non continuare la lettura, altrimenti proseguite a vostro rischio e pericolo, noi avevamo il dovere di avvertirvi.

Vi ricordiamo che il manga di One Piece viene pubblicato ogni settimana sul settimanale giapponese Weekly Shonen Jump, edito da Shueisha. Cosa sarà accaduto questa volta a Rubber ed alla sua ciurma?

One Piece, spoiler capitolo 884: Big Mom all’assalto

Big Mom si è accorta della presenza di Rubber e dei suoi compagni. Nonostante King Baum stia correndo al pieno della sua velocità, l’imperatrice riesce facilmente a guadagnare terreno grazie a Zeus. Approfittando del potere del suo cappello, Napoleon, la ‘mammona’ riesce a mettere al segno  un fendente che, con un sol colpo distrugge metà del corpo di Baum.

I nostri eroi riescono a mettersi comunque in salvo trasferendosi presso la parte integra del Re. Quest’ultimo, seppur in condizioni critiche, continua a correre.

One Piece: Nami porta in salvo il gruppo

Sempre più scatenata che mai, Big Mom continua ad attaccare King Baum e i Mugiwara. A questo punto Nami ha un’idea: incoraggiare il Re della Foresta Tentatrice, dicendogli di correre al fine di portare in salvo anche la sua fidanzata. Stiamo parlando dell’albero ‘donna’ che i nostri eroi avevano incontrato precedentemente.

Intanto, Rubber è pronto a scendere in campo per almeno arginare la minaccia di Mom. Ma Nami interviene di nuovo usando il Clima Tact e fermando l’imperatrice prima che possa piombare sul gruppo.

One Piece: fuga nella Foresta Tentatrice

Seminati momentaneamente Big Mom dopo un piccolo combattimento contro quest’ultima, i nostri amici decidono di entrare nella Foresta Tentatrice. Fatto sta che, notando la presenza del re della Foresta, gli alberi viventi si scansano al suo passaggio ed in questo modo segnalano la presenza della Thousand Sunny.

Tutto questo era stato previsto dalla furba Nami che viene elogiata dai ragazzi per la vicina salvezza. Ma qui avviene qualcosa di imprevisto ed incredibile: Zeus raggiunge i Mugiwara rivolgendosi a loro in maniera amichevole.

La nuvoletta non ha alcuna intenzione di fare del male ai nostri eroi, ma chiede a Nami se può generare dal suo Clima Tact ‘altre palline’. Tramite la sua arma, la gatta ladra aveva infatti creato delle piccole sfere nere da dare in pasto a Zeus per distrarlo, in modo che non continuasse a seguirli. Rubber, incuriosito da quella strana nuvola vivente, le chiede se può cavalcarla.

Zeus risponde però di no, in quanto nel suo corpo gassoso è infusa l’anima di Charlotte Lilin e solo quest’ultima può farlo.

Nami allora chiede a Zeus se vuole diventare suo servitore in cambio di altre palline nere. La nuvoletta è confusa sul da farsi ed è tentata dalla proposta della ragazza. Con voce provocante, Nami insiste, dicendo a Zeus che con lei potrebbe diventare la nuvola più grande del cielo.

Intanto, Big Mom è giunta anche lei presso la Foresta Tentatrice ed ordina agli homies di fermare King Baum e i Mugiwara. E così fanno, sbarrando il passaggio al loro re ed ai nostri amici.

Baum non sta a guardare e si rivolta contro gli homies schiacciandoli con la sua immensa mole, ma a questo punto entra in scena Prometeus, il quale volendosi vendicare del ‘tradimento’ dell’albero, lo brucia in maniera totale.

Intanto, scopriamo che Mont d’Or sta organizzando un piano in modo che né Bege, né i pirati di Cappello di paglia possano scappare da Whole Cake Island. Vengono dunque schierate numerose navi, soldati e sottomarini in modo da bloccare qualsiasi tentativo di fuga.

Allo schieramento partecipano anche i figli della stessa Big Mom, con Katakuri che si è piazzato proprio sulla Thousand Sunny. Il pirata sa bene che le speranze di  sopravvivenza per Rubber e gli altri sono ora prossime allo zero, ma lui decide di attendere mettendosi comodo sulla nave.

Bege è intanto riuscito a raggiungere la costa, nonostante sia stato avvistato dai cannoni dell’imperatrice. Tuttavia, avendo scansato tutti i loro colpi ad una velocità incredibile, il pirata ora si sente al sicuro.

One Piece: la richiesta di Pudding

Proprio quando stava per cantare vittoria, Capone viene raggiunto nientemeno che da Charlotte Pudding. Tuttavia, il pirata ‘mafioso’ non ha paura della ragazzina, anzi! La minaccia con una pistola, dicendole che non si farà scrupoli ad ucciderla, pur essendo una donna.

In realtà, Pudding vorrebbe solo parlare con sua sorella Chiffon e chiede a Bege di fargliela vedere. Capone non acconsente alla richiesta della cognata, ma permette comunque alle due sorelle di parlarsi tramite i suoi poteri.

Pudding riferisce a Chiffon della ‘crisi’ di Mom, ma la donna non ha più alcuna intenzione di aiutare la madre, avendo deciso di prendere la sua strada come ha fatto tempo prima la gemella Laura. Pudding non vuole in realtà salvare né ‘Mama‘, né il paese, ma riferisce alla sorella che se non agiranno al più presto, ‘quell’uomo‘ e i suoi amici moriranno per mano di Big Mom.

Voi cosa ne pensate di questo ultimo capitolo di One Piece? E’ stato secondo voi emozionante?

 

Articoli Correlati