Novità in casa Versace: torna la linea Couture e aumentano i ricavi

di Laura Boni

Tra momenti di pura gloria e qualche difficoltà, dall’ascesa nell’Olimpo del fashion negli anni ‘70, Versace non ha mai smesso di fare notizia e collezionare successi. Dopo la tragica morte di Gianni Versace nel 1997, è stata la sorella Donatella a prendere in mano le redini del brand. Da sempre impegnata in azienda, dalla fase di lancio alla creazione della linea Versus, è lei che eredita l’onere e l’onore di guidare l’eccellenza di stile che il marchio della Medusa rappresenta nel mondo, come testimoniato dall’amore delle celebrities internazionali verso questo brand.

Ed è sempre sotto la direzione di Donatella Versace che la maison entra a far parte di una nuova holdings e guarda a nuovi successi, come la linea Versace Jeans Couture, che si preannuncia una scommessa già vinta in partenza.

Il lancio online della linea Versace Jeans Couture

Uno dei marchi iconici della moda made in Italy è tornato a far parlare di se, e questa volta ha scelto il web come canale di punta. Micro video, bozzetti e immagini pubblicati sul profilo Instagram del brand hanno fatto da teaser per il rilancio della linea Versace Jeans Couture, culminata con il go-live del nuovo e-store dedicato all’interno del sito web, dove è già in vendita la pre-fall 2019/2020. Dopo anni, in cui la storica linea denim era stata solo Versace Jeans, il suo rilancio si riappropria dell’appellativo Couture, così come lo aveva pensato Gianni Versace.

Oltre ai modelli denim per donna e uomo, la linea Versace Jeans Couture si arricchisce di una T-shirt capsule collection completamente focalizzata sul concept “Couture”. Anche gli accessori sono stati coinvolti nel più ampio progetto di rilancio del brand, con particolare riferimento alle borse Versace, da sempre un esempio unico di stile ed eleganza. Per queste ultime è stata, infatti, creata una nuova linea: Tribute X, una gamma di bag disponibili in diversi modelli e di zaini in pelle, caratterizzati da colori forti e dettagli tono su tono. Su tutti però a spiccare è proprio il simbolo della Medusa.

I ricavi del gruppo aumentano sempre più

Il 2019 è stato un anno di profondi cambiamenti per il brand Versace, che da qualche tempo fa capo alla Capri Holdings Limited, società che controlla anche i noti marchi americani Michael Kors e Jimmy Choo. Secondo i dati diffusi dalla società stessa, questa acquisizione avrebbe avuto un riscontro positivo: nel quarto trimestre dell’anno 2019 il marchio Versace ha ottenuto ricavi per 137 milioni, registrando un sensibile incremento rispetto allo stesso periodo del 2018, quando il brand non era ancora entrato nel gruppo.

Stando alle dichiarazioni del CEO John D. Idol, il piano di sviluppo per la società è ambizioso e anche il 2020 sarà un anno di importanti investimenti. La stima totale dei ricavi attesi da tutti i brand del Gruppo è pari a 6 miliardi di dollari per il nuovo anno, di cui 900 milioni dovrebbero essere generati dal marchio Versace. L’obiettivo di lungo periodo della Capri Holdings Limited è però un’ulteriore crescita, che vede salire l’incremento globale a 8 miliardi di dollari. Per Versace si prevedono dei ricavi più che raddoppiati: secondo i piani aziendali dovrebbero passare da 900 milioni a 2 miliardi di dollari.

Riuscirà il marchio Versace a superare questa sfida? Determinanti a tale proposito saranno le prossime mosse, ma i risultati finora raggiunti fanno ben sperare.