Noemi ci parla di "Sulla Mia Pelle"

di admin

Il 2 Ottobre è uscito il suo disco “Sulla mia pelle”, dieci brani inediti che completano un percorso musicale molto intenso. Veronica Scoppelliti, alias Noemi, è sicuramente uno dei talenti migliori usciti dal programma di Raidue X Factor. All’interno del suo primo disco c’è anche una collaborazione con Fiorella Mannoia, che ha cantato con lei nel singolo “L’amore si odia”. L’abbiamo incontrata per voi, ci ha spiegato il suo progetto,  e ci ha confessato che lei è davvero felice solo quando è canta, poi non importa se lo fa in pizzeria o sul palco di X- Factor!

La collaborazione con Fiorella Mannoia

Per prima cosa racconta come è stato tornare ad X Factor da grande ospite invece che da concorrente: “Beh è stato molto emozionante, appena ho sentito l’odore dello studio mi è venuto un mal di pancia, però è stato molto bello, anche perché sono tornata accompagnata da una grandissima interprete come Fiorella Mannoia.” A proposito di Fiorella Mannoia le chiediamo come sia nata questa prestigiosa collaborazione, e ci spiega: “Lei è venuta ad X Factor dove ci siamo conosciute per la prima volta, e lì ci  ha dato dei consigli importanti come quello di lasciarci andare nelle cose , di non essere per forza sul pezzo, anche perché se vuoi a tutti costi che qualche cosa succeda poi puntualmente questo non accade. Terminata l’avventura  all’interno del programma il mio discografico Diego Paglia mi ha chiesto di immaginarmi con chi avrei voluto fare un duetto, ed io ho subito pensato a lei, e così gliel’ hanno detto e lei ha accettato. Quando l’ho incontrata ero molto tesa, perché sai ad X Factor eravamo in dieci, mentre in quello studio ero da sola, e mi sono portata mio papà.” Prosegue spiegandoci la prima impressione che ha avuto : ”Lei è una persona molto simpatica, romanesca, molto seria. Lei è talmente umile che non ha problemi a mettersi in gioco.”

Gli insegnamenti di Morgan

Tornando ad X-Factor indaghiamo sul peso che ha avuto Morgan sul suo successo, e lei convintissima dice: “Sicuramente,  Morgan ha avuto la freddezza di non fare l’errore di non farmi fare sempre le stesse cose, mi ha fatto piegare su me stessa artisticamente parlando.  Inoltre mi ha consigliato di rimanere sempre coerente con quello che sono i miei gusti musicali, perché, se poi il disco va bene, quei pezzi  li devo cantare dal vivo, e se non mi piacciono il live diventa la cosa più brutta del mondo, mentre uno dovrebbe sempre salire sul palco contento di ciò che canta.”

Il tour nei club e Sanremo

A proposito di palchi le chiediamo se è previsto un tour, e ci spiega: “Sì, è previsto un tour, con parecchie date, ma in posti piccoli, come club o circoli Arci, ora il 23 ottobre suono al Fuori Orario a Taneto di Gattico, vicino a Reggio Emilia, è un  piccolo circolo Arci ricavato da una stazione. Proseguiamo chiedendole se andrà a Sanremo e ci dice : ”Non lo so ancora, per me sarebbe un onore, anche se non so in che categoria mi farebbero entrare, nei Big mi farebbe un po’ impressione perché se penso a quella categoria  mi vengono in mente nomi come Elisa etc., mi sentirei un po’ un pesce fuor d’acqua. Mi piacerebbe comunque andare a Sanremo con una bella canzone, non per svendermi. E’ molto difficile dire di no a Sanremo, perché hai paura che poi non torni più.” 

E se la ruota dovesse smettere di girare?

Infine le chiediamo cosa farebbe se tutto questo successo dovesse finire e lei molto serenamente risponde: “Se dovesse finire credo che finirebbe solo a livello mediatico, ma a livello di palco non riuscirei a smettere, mi bastano 50 euro a sera ed io sono contenta . Quella è la mia strada, non mi spaventa l’idea che finisca perché io non c’entro niente con la televisione, io mi sento viva quando canto, che sia dentro una pizzeria o sul palco di X-Factor. Solo cantando sento che ho uno scopo.”

Noemi saluta le lettrici di Ginger Generation!

 

Articoli Correlati