Music Awards 2019: perché Sfera Ebbasta non ha cantato?

di Giovanna Codella
Music Awards

Il trapper  Sfera Ebbasta è stato tra i protagonisti della prima serata dei Seat Music Awards 2019, andata in onda mercoledì 5 giugno su Rai 1.  Tra i principali esponenti della musica trap in Italia, Gionata Boschetti è stato negli ultimi mesi forse l’artista più discusso a livello nazionale. E non solo per i suoi testi che spesso toccano tematiche molto delicate, senza filtri.

L’artista si è presentato all’arena di Verona per ritirare diversi premi ma senza alcuna esibizione, probabilmente  per alcune limitazioni dovute al contratto appena stipulato con Sky. I riconoscimenti sono stati tanti, a cominciare dal premio per il singolo Pablo, per il live, per il singolo Peace & Love e il premio FIMI per l’album più venduto per il 2018. Prima di congedarsi Sfera Ebbasta non ha cantato ma ha soltanto salutato i suoi famigliari, i fan e tutto il suo lo staff: “Sì ci tenevo particolarmente a ringraziare tutti di cuore. I miei fan in primis che anche quest’anno mi hanno incoronato, ma anche tutto il mio staff. Grazie tante davvero a tutti quanti”.

Proprio negli ultimi giorni, quello di Sfera Ebbasa è stato un nome molto discusso anche per la decisione della produzione di X Factor di inserirlo tra i quattro giudici della trasmissione. La scelta di Sfera Ebbasta è stata fortemente difesa da Freemantle Media, società che cura la produzione del programma, che ha spiegato come nel 2014 anche la scelta di Fedez fu fortemente criticata, ritenendo il rapper non all’altezza  e soprattutto non un buon esempio per i giovani ma il giudice riuscì in poco tempo a demolire questi pregiudizi diventando un elemento cardine del programma.

E voi cosa ne pensate della partecipazione di Sfera Ebbasta ai Music Awards 2019?

Articoli Correlati