Moda: le sfilate dei "non famosi"

di admin

Oggi le sfilate non sono più cose solo da Giorgio Armani, Dolce & Gabbana, Donatella Versace. Dopo il successo delle sfilate di febbraio e marzo, il 9 giugno i nuovi stilisti hanno mostrato le loro collezioni all’ Old Fashion Cafè, uno delle discoteche più alla moda della città, per la serata Cool Hunter Italy. Tra studenti italiani e stranieri, giornalisti, fotografi, amici e parenti, i giovani designer hanno fatto sfilare le proprie modelle nel cortile del locale.

Generazione 2.0 in azione

Ha aperto la serata Torinoavana, il brand nato dal mix tra la cultura cubana e quella italiana di Messiel Mesa Fornaris e Mara Petrarchin. Sottotitolo del marchio è “viaggi in moda” e gli abiti sembrano ispirarsi all’Oriente grazie ai tessuti morbidi e leggeri che svolazzano sul corpo delle modelle come sospinti dal vento del deserto. Un mondo diverso è quello di Arianna Morelli. La sua collezione Ladylike è fatta di stoffe lucide e gonne gonfie che ricordano quelle delle bambole. Proposte semplici sono quelle di Carmentea Tsparopulos con i suoi vestiti per lo più a tinta unita, lineari, con uno stile simile ai capi di abbigliamento delle donne indiane. Anche Andrea Cremona preferisci abiti essenziali. Un pareo color porpora basta a risaltare la sua vera passione: i gioielli.

Special Guest

A chiudere la sfilata ci pensano due nomi ormai affermati. I’n’G rappresenta un gruppo di fashion designer europei che si dedicano alla creazione di costumi da bagno fatti con materiali tecnici, resistenti e anallergici, sia per lei che per lui. Bianco, azzurro, rosso, arancio, blu scuro, rosa sono i colori dell’estate 2010. Anche la donna di Barbara Compostella, in arte Mentine Milano, è vestita di colori accesi. Le sue modelle hanno sfilato e ballato con abiti floreali e geometrie che ci riportano agli anni’70.

Articoli Correlati