Il film di Virzì, La prima cosa bella, in corsa per gli Oscar

di Laura Boni

Ogni anno l’Academy, l’associazione che organizza gli Oscar, chiede alle nazioni straniere di scegliere, tra le pellicole migliori uscite negli ultimi 12 mesi, un film da candidare alla nomination come Miglior Film in Lingua Straniera; la commissione di selezione italiana ha scelto lo scorso 29 settembre La prima cosa bella di Paolo Virzì con Michela Ramazzotti. 

Una scelta sorprendente

La Commissione istituita dall’Anica, composta da giornalisti ed addetti ai lavori, tra cui il regista Gabriele Salvatores e lo scenografo premio Oscar Dante Ferretti, ha ribaltato tutte le previsioni selezionando il film di Virzì al posto dei favoriti Io sono l’amore e L’uomo che verrà. Ora La prima cosa bella dovrà scontrarsi con le altre pellicole straniere per sperare di entrare a far parte della cinquina in lizza per Oscar 2011; il 25 Gennaio 2011 l’Academy annuncerà quali saranno i cinque film fortunati che comporranno gli effittivi nominati per la categoria Miglior Film Straniero.

Un risultato atteso

Sono anni che un film italiano non vince l’Oscar, l’ultimo, infatti, risale ai tre collezionati da Roberto benigni con il suo capolavoro La vita è bella; nelle ultime due edizioni della prestigiosa premiazione i film prescelti a rappresentare l’Italia non erano riusciti nemmeno ad entrare tra i cinque nominati, quindi la speranza è che la pellicola di Virzì riesca ad interrompere questa serie sfortunata per il nostro cinema.   

Articoli Correlati