Guida ai saldi invernali 2010!

di admin

Per tutte le fashion addicted, il 2010 è già un anno da ricordare: gli attesissimi saldi non sono mai cominciati così presto! Un antipasto di questi sconti ci è già stato offerto – in via del tutto "ufficiosa"- durante l’ultimo giorno del 2009: i negozi rimasti aperti, infatti, hanno esposto (e praticato) prezzi ridotti già a partire dal 31 dicembre. Ma quali sono le date "ufficiali" dei saldi invernali 2010?

Date di inizio saldi in tutte le regioni italiane

I saldi iniziano sabato 2 gennaio in: Basilicata, Campania, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Lombardia, Marche, Piemonte (fa eccezione la provincia di Alessandria, dove il via ai ribassi è previsto per il 5 di gennaio), Sicilia e Veneto.

Domenica 3 gennaio, negozi aperti e inizio degli sconti anche in Calabria.

Martedì 5 gennaio è poi il turno di Abruzzo, Liguria e Puglia, seguite due giorni dopo, il 7 gennaio (venerdì), da Molise, Toscana  e Umbria.

Le ultime regioni ad inaugurare le offerte stagionali sono: Sardegna (8 gennaio), Trentino Alto Adige (9 gennaio) e Valle d’Aosta (10 gennaio).

Quanto si risparmia?

I cosiddetti "primi saldi" sono, in realtà, degli special price: inizialmente, la merce viene sottoposta ad un ribasso del prezzo che va dal 10% al 20% (mentre i saldi veri e propri prevedono uno sconto del 40/50%). Se siete dunque tra quelle che si sveglieranno all’alba per una supersessione di shopping proprio il primissimo giorno dei saldi, sappiate che, portando un po’ di pazienza, i prezzi di accessori, scarpe, gonne, sciarpe&co. scenderanno ulteriormente. Dopo circa una quindicina di giorni, infatti, i negozi ribasseranno ancora la merce, raggiungendo questa volta una percentuale di sconto del 30/40%. Per l’irresistibile "metà prezzo"  bisognerà aspettare la metà di febbraio, quando la scelta degli articoli in saldo sarà certamente meno ampia ma a fronte di prezzi davvero ridotti.

Qualche consiglio per non "farsi fregare"

Secondo il Codacons (Coordinamento delle associazioni per la difesa dell’ambiente e dei diritti degli utenti e dei consumatori, ndr), è importante seguire queste regole:

– riconoscere il capo che si acquista perchè lo si è già visto (magari durante un utile "giretto presaldi", che ogni vera shopaholic non si sarà fatta mancare!). E’ probabile che le poche taglie rimaste siano la garanzia dell’autenticità del saldo;

– prima dell’acquisto, è meglio confrontare i prezzi di più punti vendita;

– diffidare di chi apre un saldo dopo una vendita promozionale;

– conservare sempre lo scontrino perchè, se l’articolo acquistato si rivela difettoso, il negoziante è tenuto a sostituirlo (anche se dichiara che i capi in saldo non si possono cambiare: la legge italiana garantisce all’acquirente il diritto di cambiare la merce difettosa);

Se a queste, aggiungete anche qualche regola "consigliata" dal buon senso (es: di fronte a prezzi superscontati e ad offerte incredibili è meglio mantenere la calma per evitare acquisti superflui -anche se scontati!-; avere bene in mente ciò che si vuole comprare per evitare di essere influenzate dal venditore di turno, ecc.), sarete in grado di approfittare del meglio di questi saldi invernali!

Buono shopping (e Buon Anno)!!

Immagine di copertina tratta da Flickr.com

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Articoli Correlati