George Clooney di nuovo al cinema

di admin

“Avresti dovuto comprarmi, non uccidermi”.

Questa è forse la frase che meglio sintetizza Michael Clayton, la nuova pellicola con George Clooney, uscito oggi nelle sale cinematografiche.

Il film, infatti, parla del difficile rapporto tra lavoro e morale, tema un po’ inflazionato ma sempre più attuale. Il protagonista, Michael Clayton, è uno “spazzino”, un ex pubblico ministero con il compito di coprire i guai dei ricchi clienti dello studio legale newyorkese per cui lavora. Questo è da anni impegnato nella difesa di una grossa società, la U/North, che produce prodotti chimici per l’agricoltura ed è accusata di aver provocato la morte di centinaia di persone dopo aver messo in vendita un prodotto cancerogeno.

La battaglia legale sembra arrivata ad una conclusione positiva per lo studio quando il loro miglior avvocato ha una crisi di coscienza ed è deciso a svelare le prove per dimostrare la colpevolezza della U/North. A questo punto entra in azione Clayton ma la situazione si complica sempre più ed aumentano i dubbi per i personaggi…

La trama è semplice ma vivacizzata da flash-back, voci fuori campo, nuovi personaggi e il rischio di perdersi c’è, soprattutto se non si è abituate a questi thriller legali. Il regista, Tony Gilroy, mostra, comunque, la sua bravura nel tessere una tela efficace ed interessante. Non è, infatti, estraneo a queste vicende e agli intrighi visto che, se pur Michael Clayton è il suo primo film da regista, Gilroy ha già lavorato come sceneggiatore per la trilogia di The Bourne Identity e L’avvocato del diavolo.

In ogni caso, sia che siate appassionate di cinema o meno, Michael Clayton vale la pena di essere visto per i numerosi spunti di riflessione che offre riguardo al lavoro e alla sua etica, ai rapporti familiari e di amicizia, alla difficoltà di trovare un equilibrio tra vita e carriera.
Sono problemi che si possono trovare in tutti i settori e quindi è giusto fermarsi a pensare.

Se poi la riflessione è aiutata da un bel film (e da un bell’attore come Clooney), cosa si può volere di più?

Articoli Correlati