Game of Thrones 8×03 – La battaglia di Grande Inverno: Recensione

di Elisa Baroni
game of thrones 8

Fuoco e ghiaccio. Buio e luce. Stanotte nella puntata di Game Of Thrones 8×03 è andata in scena l’epica battaglia di Grande Inverno dei vivi contro l’esercito del Re della notte e gli Estranei.

Questo articolo contiene SPOLIER su Game Of Thrones 8×03!

Com’è stata la battaglia di Winterfell? Sinceramente non come me l’aspettavo! Il buio (letteralmente) ha fatto da padrone per quasi tutta la puntata. Un scelta registica particolare, fatta forse per far entrare lo spettatore il più possibile nei panni terrorizzati dei personaggi di Game Of Thrones.

Per diverse settimane ormai il web si chiedeva quale fosse il piano di Daenerys & co per la battaglia della loro vita… a quanto pare non avevano un vero proprio piano d’azione! Ma andiamo con ordine. La battaglia si apre con l’arrivo di Melisandre che accende le spade dei Dothraki. Momento molto spettacolare, ma del tutto inutile. L’orda Dothraki, infatti, viene immediatamente inghiottita nel buio dell’esercito dei morti.

Scopri QUI tutti i personaggi che sono morti nella battaglia di Grande Inverno!

Non c’è un vero e proprio senso strategico nel modo in cui sono scesi in campo i nostri eroi e questo continua ad essere più chiaro man mano che il caos, il buoi ed i gelo aumentano. L’unica armata che sembra avere un minimo piano di difesa efficace è quella comandata da Theon alla difesa di Bran. Molte delle scelte registiche e di sceneggiatura di questa puntata di Game Of Thrones, però, hanno tolto il carattere epico di questa battaglia.

Come faccio a tifare per i miei eroi preferiti se non vedo quasi nulla per tutto il tempo e se li vedo persi e terrorizzati almeno quanto lo spettatore? Ma soprattutto, come fai a vincere una battaglia in cui ogni tuo uomo che perdi rinasce come tuo nemico? Semplicemente non la puoi vincere.

E questo è molto chiaro dal momento in cui Daenerys scopre che il fuoco del suo drago non ha fatto nemmeno un graffio al Re della Notte. Lei e Jon sembrano completamente sopraffatti dalla situazione in cui si trovano e non riescono a guidare il proprio popolo alla vittoria. Il loro avversario così è libero di andare a compiere la sua missione.

Il vero eroe della Battaglia di Grande Inverno:

Il personaggio chiave di tutta questa puntata è ovviamente Arya Stark. Il suo arco narrativo all’interno della 8×03 di Game of Thrones ci ha ricordato perché in queste otto stagioni ci siamo innamorati di lei. Da impassibile guerriera sulle mura, a giovane donna terrorizzata, fino a impavida eroina.

Prima ha mandato sua sorella al “sicuro” nelle cripte, donandole il suo pugnale, buttandosi poi in battaglia senza rimorso. Ed è proprio grazie al suo esempio che il Mastino ritrova il coraggio di continuare a lottare.

Il momento di svolta per Arya Stark, però, è stato l’incontro illuminante con una delle sue nemiche giurate: Melisandre. La donna rossa, infatti, le ricorda chi è e cosa deve fare. Cosa diciamo alla morte? NON OGGI!

Guarda QUI il promo della puntata 8×04!

Articoli Correlati