Galeotto fu il concerto di Tiziano Ferro … e i social network!

di Laura Valli

Durante il concerto di Roma, che si è tenuto il 30 giugno scorso allo Stadio Olimpico, sulle note di Tiziano Ferro è scoccato un colpo di fulmine.

Tra le migliaia di spettatori del concerto di Tiziano Ferro, c’era un ragazzo Matteo ed una sconosciuta ‘lei’, che lo ha letteralmente folgorato, ma in n mezzo alla folla non ha avuto il tempo di fermarla per chiederle come contattarla.

Ma il ragazzo non si è perso d’animo, e ha deciso di affidarsi all’onnipresenza dei social, affidando il suo messaggio alla rete, nella speranza che la ragazza si riconoscesse nella descrizione e che lo contattasse  a sua volta.

“Portavi gli occhiali, una maglietta nera, dei short di jeans e delle Converse ai piedi – scrive il ragazzo nella frase ‘incriminata’ – Ti ho chiesto se ti volevi riparare sotto al mio KWay  ma mi dissi (sic) di no perché eri troppo emozionata dall’evento”, infatti a Roma venerdì scorso si è riversata una bella pioggia estiva.
“Eri uno spettacolo bellissimo mentre ballavi e cantavi le canzoni di Tiziano Ferro”, scrive infine Matteo.
Un episodio fugace, ma forse abbastanza intenso per essere ricordato dalla misteriosa fans che probabilmente riuscirà a riconoscersi nella descrizione.

In attesa del lieto fine, le parole di Tiziano Ferro, nelle vesti di ‘cupido’ non potevano essere più profetiche!

Ed ero contentissimo in ritardo sotto casa ed io che ti aspettavo
Stringimi la mano e poi partiamo
In fondo eri contentissima quando guardando Amsterdam (nel loro caso Roma) non ti importava
Della pioggia che cadeva
Solo una candela era bellissima
E il ricordo del ricordo che Ci suggeriva
Che comunque tardi o prima ti dirò
Che ero contentissimo
Ma non te l’ho mai detto che chiedevo
Dio ancora
Ancora
Ancora

Lucia, la ragazza che ha rubato il cuore di Matteo, ha ringraziato il suo ammiratore per le parole dolci che le ha rivolto ma ha sottolineato che purtroppo non si ricorda di lui e che era lì solo per vedere Tiziano Ferro.

Questa volta Matteo è stato un colpo di fulmine a senso unico, ma mai dire mai: come recita un antico proverbio  “la speranza non muore mai“, e noi abbiamo incrociato le dita per Te!

Articoli Correlati