Francesca Michielin – La serie B: Audio e testo

di Laura Boni
francesca michielin 2640

La serie B di Francesca Michielin è ispirato ad una grande delusione d’amore, una di quelle che ti lasciano l’amaro in bocca, un po’ come fu per me la retrocessione del Vicenza in Serie B. Nel testo ho spaziato su altri piani e giochi di parole legati a situazioni di “recupero” che esprimono la sensazione di aver fallito insieme alla voglia di scappare, pur consapevoli che in ogni luogo non ci si ritroverà più e si rimarrà persi per molto tempo.

La veste del brano è volutamente classica, per contrastare l’ispirazione calcistica, espressa anche con una rivisitazione dei tipici cori da stadio, sovrapposti come coda ai ritornelli.

Ascolta La serie B di Francesca Michielin:

Scopri qui tutti i testi del disco 2640!

Testo diLa serie B di Francesca Michielin:

Ho bisogno di sei minuti di recupero
ne ho bisogno e vorrei sperare fino all’ultimo
anche se non si è fatto male nessuno
e sembra vada tutto bene
corro coi crampi alle gambe
non sono allenata per niente
se avrò bisogno di te cancellerò il tuo numero
che è pieno di tre
minuti di recupero
dentro al silenzio di una chiesa
al rumore del mercato a Marrakech
la terraferma è sempre un’isola lontana dove non so trovare te
sono solo le sei e il sole è andato in sciopero
forse prenderò un tram che va dritto alle Galapagos
due binari sull’oceano
dentro al silenzio di una chiesa
al rumore del mercato a Marrakech
la terraferma è sempre un’isola lontana
e in nessun luogo ci sei te
parlare con te è un esame di recupero
parlare con te è un esame di recupero
parlare con te è un esame di recupero
parlare con te è un esame di recupero
dentro al silenzio di una chiesa
al rumore del mercato a Marrakech
la terraferma è sempre un’isola lontana
dove non so trovare te
la silenziosa sofferenza di un vulcano
lontanissimo il rumore di un Big Bang
splendevi come un’astronave in mezzo al cielo
ma ti sei persa pure te

Articoli Correlati