Elite – Netflix: recensione del primo (intrigante) episodio!

di Elisa Baroni
elite

Elite è sbarcata oggi su Netflix (scopri alcuni personaggi qui) e si sta rivelando fin dal primo episodio molto intrigante. Il motivo portante della serie è l’incontro/scontro tra ricchi e poveri che si trovano insieme, affrontano la quotidianità e soprattutto si ritrovano tutti coinvolti in un misterioso omicidio. La suspense e i colpi di scena sono stati importanti fin dal primo episodio.

CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME SEGUIRE QUESTA SERIE IN STREAMING!

L’inizio è in medias res e vede un ragazzo, che poi scopriamo essere Samuel, prima sul luogo di un delitto e poi in una sala interrogatori. Dopo questi misteriosi primi minuti capiamo che Samuel è, insieme a Nadia e Christian, uno dei tre ragazzi arrivati alla prestigiosa scuola del Las Encinas dopo il crollo del loro edificio scolastico. Lo scontro con i figli della elite della città è subito duro e fin dai primi giorni i tre sono vittime di derisioni e più o meno gravi atti di bullismo. In particolare Nadia sarà costretta a non indossare il hijab per non “offendere” nessuno.

Tra i ragazzi ricchi della scuola il meno entusiasta del loro arrivo sembra essere Guzman, figlio di un importante costruttore che si scoprirà essere coinvolto nel crollo della scuola di periferia. La sua azienda avrebbe infatti risparmiato sui materiali per stare nei costi causando così il crollo.

Marina, la sorella di Guzman, è invece gentile anche perchè mesi prima si era innamorata di un ragazzo “povero” . Inoltre, in generale non sopporta che i soldi diano il diritto di sentirsi superiori. La ragazza vive inoltre il dramma di essere sieropositiva. Condizione di cui Guzman incolpa il ragazzo povero che frequentava e che spiega in parte il suo astio verso i nuovi arrivati.

Nella vita di Samuel torna poi il fratello maggiore Nano uscito di prigione e con alcuni debiti da pagare. Tra lui e Marina si sviluppa fin dai primi incontri una forte attrazione. Nadia, punta a vincere il premio di migliore studentessa per poter frequentare un corso estivo in un’università della Ivy league. Fin da subito si scontra con Lu, ragazza di Guzman e prima della classe, che si sente minacciata da lei. Elite affronta inoltre il tema dell’omosessualità e della religione islamica. Infatti il fratello di Nadia è musulmano e nasconde a tutti di essere non solo uno spacciatore ma anche gay. Quando incontra il ricco Ander le sue certezze vacilleranno.

Alla fine del primo episodio si scopre che il misterioso cadavere attorno a cui si sviluppa la trama thriller appartiene a Marina. La polizia inizia così ad indagare tutti le persone vicine a lei e piano piano si scoprono tutti i rapporti della ragazza. Chi avrà ucciso Marina? Questo è il grande interrogativo a cui ogni episodio cerca di rispondere aggiungendo indizi.

E voi, cosa ne pensate di Elite la nuova serie originale Netflix? Vi è piaciuto il primo episodio?

Articoli Correlati