BTS e Unicef uniti per un importante progetto contro il bullismo

di Alberto Muraro
BTS

I BTS hanno deciso di unire le loro forze insieme all’Unicef per un’importante campagna che punta ad sradicare il bullismo nelle scuole. #ENDViolence, questo il nome del progetto, ha come obiettivo quello di incoraggiare i giovani a trovare l’amore dentro di loro condividendolo con gli altri.

Questo il messaggio lanciato dalla band in un recente tweet che ha dato il via alla campagna. Con #ENDViolence il gruppo vuole “che tutti pongano fine alla violenza condividendo amore e gentilezza”.

Ecco il messaggio dell’Unicef!

Il progetto di Unicef è complementare alla recente campagna Love Myself dei BTS, che punta a lottare contro la violenza fra gli adolescenti. Fino ad ora il relativo l’hashtag #BTSLovemyself è stato condiviso ben 10 milioni di volte, segno che qualcosa, grazie alla K-Pop band, sta effettivamente cambiando.

Riguardo ai suoi recenti progetti con la band, l’UNiCEF ha commentato:

la scuola, di solito, è il luogo dove conosciamo i nostri migliori amici. Tuttavia, se consideriamo che 1 studente su tre di età compresa fra i 13 e i 15 anni è vittima di bullismo, dobbiamo ricordare che a volte andare a scuola può essere difficile. Ecco perché i BTS stanno chiedendo ai giovani di illuminare gli altri con la loro gentilezza con la campagna #ENDViolence in giro per le scuole. Partecipate anche voi! Lasciate un messaggio positivo per qualcuno, che sia nella vita reale o su internet, e condividetelo affinché anche altre persone lo vedano! Scegliendo il rispetto, il supporto reciproco e la gentilezza, possiamo rendere le nostre comunità più sicure e accoglienti.

Proprio nelle scorse ore, i BTS hanno avuto l’onore di presentarsi al cospetto delle Nazioni Unite per un importante discorso, tenuto dal leader del gruppo, RM.

Alla presenza dei delegati delle nazioni di mezzo mondo, i Bangtan Boys hanno parlato del lancio di Generation Unlimited, una nuova partnership globale che mira a garantire ai giovani maggiore istruzione, formazione e posti di lavoro entro il 2030.

Articoli Correlati