Bill Kaulitz e Wolfgang Joop in una nottata parigina

di Alice Ziveri

La seconda Fashion Week per Bill quest’anno: proprio ieri il giovane cantante ha assistito dalla prima fila alla sfilata di Wunderkind a Parigi, dopo aver passato la serata precedente fra le strade della Ville Lumière con il creatore del brand, anche lui tedesco, Wolfgang Joop.

Silfide d’argento

Una giacca a strisce larghe nere e argentate, maglia nera semi-trasparente con profondo scollo a V, grossi occhiali da sole fumée, unghie laccate di grigio: non manca di classe l’outfit che Bill ha scelto per il momento della sfilata.
La giacca ben sagomata, le bande verticali e l’ampio scollo non fanno che esaltare la figura esile e slanciata del cantante: il capo è di Kilian Kerner, giovane designer tedesco che solo qualche mese fa aveva manifestato la sua ammirazione per il frontman dei Tokio Hotel indossando una t-shirt che lo ritraeva ad un evento pubblico.
Solo uno nell’ormai lunga serie di professionisti che riconoscono Bill come una fashion icon.

Art collision

Joop si è detto entusiasmato dal ragazzo.
I due avevano passato la serata del 5 a spasso per le vie umide di pioggia di Parigi, filmando per la trasmissione tedesca "Durch die Nacht mit…".
Un lungo cappotto a taglio militare, nero, con grossi bottoni color ottone attorno ai polsi, e maglione abbinato, tutto firmato Burberry Prorsum: questo il look in cui Bill si è fatto guidare dall’eccentrico designer fra la Tour Eiffel, Palais Beauharnais, Boulevard de Saint-Gérmaine e giù fino alla Rive Gauche, a Pont des Arts.
Una sosta al Café Flore per riempire lo stomaco con Croque Madame, Croque Monsieur, Coca Cola e caffè.
Infine, l’Opéra, dove 2000 persone celebrano un sontuoso ballo in maschera.
Joop sembra essere rimasto profondamente colpito da Bill: "Siamo come gemelli separati alla nascita, che finalmente si sono ritrovati" (chissà cosa penserà Tom di questa uscita?).
Il cantante si è preso una bella serie di complimenti per il suo fascino, ricambiati con l’apprezzamento della sfilata: "Mi piace che non sia streetwear… è qualcosa che mi va a genio… da quel punto di vista, lo adoro. Certo, un sacco di colori, più di quelli che porto solitamente. Le scarpe sono fantastiche, gli ho già fatto i complimenti ieri."
Che ci sia feeling tra i due si vede chiaramente dai sorrisi impressi nelle numerose fotografie, e d’altronde come non può esserci intesa fra due creativi ci questo genere?

Articoli Correlati