Amici 18: la nostra recensione della finale del 25 maggio

di Giovanna Codella
Amici 18

È appena andata in onda, in diretta su Canale 5, l’attesa finale di Amici 18. Ecco cosa ne pensiamo di quest’ultima puntata che si è conclusa con l’incoronazione del vincitore di questa edizione.

La serata è stata caratterizzata da esibizioni particolarmente riuscite, alternando momenti allegri  a racconti più introspettivi.

I brani assegnati ai due cantanti in gara, Alberto e Giordana hanno definitivamente consacrato la potenza vocale del primo e la forza interpretativa della seconda.

La padronanza tecnica dei due ballerini, Rafael e Vincenzo, questa sera è stata valorizzata oltremodo dalle rappresentazioni di Giuliano Peparini, che sono state in grado di descrivere con uguale profondità il dramma e l’ ironia.

Alla fine di questa scintillante ma tranquilla finale, ha vinto il tenore messinese. Il suo è stato un percorso lineare, senza alti e bassi, fatto di estremi apprezzamenti da parte del pubblico e da parte dei docenti.

Dopo un ingresso avvenuto senza casting ma con un banco immediato, il suo genere è stato pian piano introdotto dall’avvento di Alfonso Signorini nella scuola che, con delle lezioni speciali, ha preparato il terreno del serale alla lirica.

Per molti, Alberto è stato un vincitore annunciato e in un certo senso lo è stato. Ma la partecipazione, così come questa vittoria, ha reso rivoluzionaria questa edizione, proprio grazie a tutta la sua classicità e alla sua apparente scontentezza.

Ci ha ricordato  che fino alla metà del secolo scorso la musica popolare aveva una voce impostata come quella di Claudio Villa. E che ancora oggi, il bel canto può coinvolgere ogni generazione e può essere considerato un orgoglio italiano.

Avete visto anche voi la finale di Amici 18? Che ne pensate della vittoria di Alberto?

Articoli Correlati