Tredici: ecco quale doveva essere il finale della serie (e del libro)

di Roberta Marciano
tredici hannah baker

La serie televisiva andata in onda su Netflix, Tredici avrebbe potuto avere un finale molto diverso. Già tra il libro e la serie ci sono delle discordanze. La protagonista, Hannah Baker, nel libro si suicida ingerendo delle pillole mentre nella serie viene mostrata la scena mentre si taglia le vene nella vasca.

Jay Asher, autore del libro ha spiegato questa differenza raccontando anche un altro aneddoto: “Sentivano che nella serie quella scena sarebbe stata più adatta, più cruda, quella che più avrebbe colpito nel segno. Nella scena si scorge tutto il suo dolore, e quando viene trovata dai suoi genitori c’è del vero dolore. Abbiamo lavorato tanto perché fosse molto reale, non scontato. Volevamo fosse doloroso da guardare ma allo stesso che in ogni caso il suicidio non è e non deve essere la risposta ai problemi”.

// [1×13] – – – – #13ReasonsWhy

Un post condiviso da HotSanvers (@hotsanvers) in data:

 

L’autore del romanzo ha poi parlato anche del finale alternativo, con un bel twist: “Mi piaceva l’idea di imparare una lezione dal romanzo ma che ci fosse allo stesso tempo una seconda possibilità. Avrei voluto che Hannah rimanesse in vita. Riflettendoci bene però, non potevamo arrivare a quel punto. Non importava che avesse perso delle opportunità, se fai questo le opportunità sono già perse. Mi sono reso conto che il suicidio di Hannah era il punto per far andare la storia nella giusta direzione, e dare un forte messaggio”.

Cosa ne pensate delle parole di Jay Asher, autore del libro di Tredici? 

 

Articoli Correlati