Simone Cristicchi: "Affronto temi drammatici in maniera allegra"

di admin

Dopo 5 anni dal primo album Fabbricante di Canzoni, Simone Cristicchi presenta il nuovo progetto musicale Grand Hotel Cristicchi. Il disco contiene Meno Male, brano con il quale il cantautore ha partecipato a Sanremo 2010 riscuotendo ottimi pareri dalla critica.Ginger l’ha incontrato, ci ha raccontato i personaggi delle sue nuove canzoni, i temi di attualità affrontati con ritornelli allegri e la sua passione per i live.

L’intervista a Simone Cristicchi

Ciao Simone, ci racconti chi alloggia nel Gran Hotel Cristicchi?

Premetto che quest’album è nato proprio all’interno di camere d’albergo, quei luoghi senza identità che l’acquistano solo quando noi cominciano ad estrarre oggetti dalla valigia e le personalizziamo. L’album raccoglie le storie di 3 anni, è sicuramente il disco che mi somiglia di più perchè per la prima volta parlo di me. I personaggi all’interno del disco sono parecchi, a partire dal pesciolino protagonista de Il pesce amareggiato che racconta in prima persona il disastro ambientale. Per poi passare ai due anziani che vivono un amore inaspettato nel brano L’ultimo Valzer, fino ad arrivare a Meteora, dedicata a tutti quei giovani che, dopo aver partecipato, ai talent show, finiscono nel dimenticatoio.

Meno Male, il brano che hai portato a Sanremo, cita Carla Bruni e Sarkozy, e sembra che per questo la premiere dame non sia voluta venire come ospite, è vero?

Meno male è una canzone che parla della disinformazione, la tendenza che c’è in Italia a nascondere certe notizie scomode con argomenti più frivoli. Proprio questa canzone ha creato una falsa notizia, cioè che Carla Bruni non sarebbe venuta per "colpa" del mio brano, e la cosa mi ha divertito parecchio. E’ stata una canzone profetica!

Le tue canzoni, nonostante i ritornelli molto orecchiabili, trattano sempre argomenti seri e delicati, questo abbinamento è voluto?

Le mie canzoni sono musicalmente molto semplici, i ritornelli di facile ascolto mi permettono infatti di dire nelle strofe ciò che voglio. Ma certo non sono il primo a fare questo, io ho imparato da maestri come Gaber e De Andrè.

Ci sarà un tour nel 2010?

Sì partirà il 9 Aprile. Mi esibirò con gli Gnu Quartet. La scaletta sarà divisa a blocchi  ed ognuno avrà la sua atmosfera e la sua scenografia. Questo è il mio primo spettacolo che assomiglia ad un concerto, finora mi avvicinavo molto di più a degli spettacoli teatrali. Questo tipo di spettacolo differente è l’ennesima mia sfida, ma ho notato che il pubblico mi segue, ho scoperto che molti vengono a vedermi a teatro ma non hanno nemmeno un mio cd!

 

 

 

Articoli Correlati