Rho alive: incontriamo i Finley

di Francesca Parravicini

Uno dei più importanti eventi musicali della Lombardia si è da poco concluso: Rho Alive. Questa manifestazione ha visto alternarsi per tre giornate, 25, 26, 27 giugno, una folta kermesse di artisti, che hanno animato piazza S. Vittore: Elio e le storie tese, i dARI, Valerio Scanu, Loredana Errore, Povia, Finley, Paola Turci, Paolo Meneguzzi, Irene Fornaciari, Jessica Brando e molti altri. Abbiamo rivolto una breve intervista ai Finley, riguardo all’ultimo album, le tournée, la situazione del gruppo.

Intervista

Il vostro ultimo album si intitola Fuori!, come mai avete scelto questo titolo e quali sono le tematiche fondamentali?
Fuori è un’esclamazione abbastanza liberatoria da due anni di lavoro che abbiamo impiegato su questo disco e poi vuole testimoniare lo stato delle cose attuali che ci circondano. Ci siamo guardati molto in giro, abbiamo avuto molto tempo per guardarci intorno e guardarci dentro e ci siamo accorti che un po’ la parola fuori è ricorrente e emblematica per quanto riguarda la descrizione del paese e dello stato dei ragazzi.

Parlando di sentimenti e sensazioni, come avete preso l’uscita di Ste dalla band?
Siamo contenti per quello che vuole fare, Ste ha voluto prendere una strada diversa da quella della musica, ci è dispiaciuto al primo istante, perché è una persona con cui abbiamo condiviso tanto e tanti anni insieme, ma siamo contenti che abbia abbracciato un’altra cosa, che lo impegna e lo soddisfa al 100%. Noi continuiamo a suonare e a portare in giro la nostra musica.

Cercherete un nuovo membro o andrete avanti così?
I Finley rimarrano in tre, perché comunque sono tre teste che pensano alla stessa maniera, c’è un equilibrio tra noi tre, da quando siamo ragazzini che è difficile da toccare. Se una persona ci dà una mano siamo disposti ad accoglierla, anche perché un live senza basso è improponibile, dovremmo suonare con qualche musicista, ma le teste pensanti, le teste "Finley" sono queste tre. Una persona in corsa dopo tutta la strada e l’esperienza che abbiamo fatto, sarebbe controproducente, un ostacolo, a livello personale diventa complicato.

Farete qualche concerto quest’estate? Avete intenzione di girare qualche videoclip?
Saremo in giro per l’Italia, adesso stiamo promuovendo il nostro disco toccando tante piazze, abbiamo appena suonato all’Mtv Day. Per quanto riguarda i videoclip, ne abbiamo girati cinque, costruendo un progetto che si chiama Finclip, in cui li abbiamo uniti per formare un lungometraggio, un film unico. A settembre uscirà un videoclip nuovo, di un pezzo che abbiamo scritto per la Disney, per il film My Camp rock 2.

 

Articoli Correlati