Moda: trova il tuo look nelle vie delle città

di admin

Non solo guardando modelle che sfilano e dive che posano sulle riviste e davanti alle telecamere. Oggi come non mai le mises da imitare puoi trovarle camminando tra le strade affollate della tua città o collegandoti ad Internet per sbirciare quelle d’oltreoceano. Provare per credere.

Moda e street style

 Possiamo trovare le origini dello street style, tradotto letteralmente “stile di strada”,a partire dagli anni 40-50, quando nelle metropoli si affermano le culture giovanili: i teddy boys, gli hippy, i punk, la moda hip hop. Nuove idee di abbigliamento e stile dettate “dal basso” come forme di autobranding :distinguersi e farsi conoscere. Da allora il concetto di fashion cambia : le nuove tendenze della strada vengono veicolate dal sistema moda che li tramuta in prodotti da passerella. Particolare il caso dell’eccentrica stilista Vivienne Westwood che fin dall’inizio della sua carriera ha portato sulle passerelle i trends delle culture giovanili punk, rock, hippy, fino a spingersi al più recente e provocatorio homeless-style.

Cool hunting

Gli stilisti hanno sempre bisogno di nuovi spunti per arricchire le loro collezioni e per adeguarsi alle correnti e mutamenti sociali. Per questo si affidano ai cool hunter, giovani cacciatori di tendenze. Una carriera particolare ma decisamente al passo coi tempi. Il cool hunting nasce come strumento di marketing: si osservano i trends,i modelli culturali che nascono e si evolvono nel quotidiano,nei media. Ogni angolo della città dai luoghi più noti, ai quartieri di periferia è luogo di ricerca  per cogliere in anticipo le tendenze del mercato.

Anche tu trendsetter

Ognuna di noi può lanciare una moda,anche inconsapevolmente. Capita spesso di vedere per strada particolari accostamenti di accessori, colori o stili, trucchi e acconciature che vorremmo imitare. Se vuoi scoprire qualcosa di stravagante e insolito in Rete puoi trovare numerosi blog di street fashion con le mises più cool di non famosi in giro per la città. A questo proposito visita il blog “the Sartorialist”, creato dal fotografo Scott Schuman,il quale dal 2005 pubblica gli stili più originali sorpresi a New York e non solo.

Articoli Correlati