Minions: una sfida animata … al botteghino!

di Laura Valli
minions summer 2015

Un viaggio nel tempo con le creaturine di Cattivissimo me. La storia dei Minions inizia all’alba dei tempi. Si evolvono attraverso i secoli, sempre al servizio del più spregevole dei padroni. Dal T-Rex al Conte Dracula, ma alla fine si sono ritrovati senza qualcuno da servire e sono caduti in depressione. Così decidono di partire alla ricerca di un nuovo padrone, avventurandosi nel mondo per trovare un nuovo capo malvagio. Dopo aver viaggiato attraverso New York City, il trio finisce nel 42 b.G (42 anni prima di Gru, ovvero nel 1968) a Londra, dove devono affrontare una minaccia decisa ad eliminare tutti i Minions. Ecco il terzo trailer ufficiale del film che arriva nelle sale italiane il 27 agosto.

 

I piccoli ometti gialli in salopette blu, però sono riusciti a conquistare gli Stati Uniti, o per meglio dire i loro botteghini, sancendo un clamoroso sorpasso su Inside out, ultimo film prodotto dalla Pixar-Disney: i due lungometraggi nel primo week end hanno incassato rispettivamente 115,2 milioni di dollari (Minions) e 17,1 milioni di dollari (Inside out). La scalata dei Minions verso il successo, in parte, è una rivincita dell’animazione europea (inizialmente creati da uno studio d’animazione francese) che sta diventando sempre più competitiva.

Questo film segna un successo per i piccoli esserini gialli, destinati a servire i cattivi del mondo ed aiutarli a compiere le peggiori malefatte, presentandoceli come buffi, pasticcioni e tontoloni. Li vedremo attraverso i secoli nelle situazioni più disparate, nelle quali i Minions combineranno involontariamente goffi disastri, nel tentativo di svolgere al meglio il loro compito. Il susseguirsi delle loro disavventure, ha la capacità di travolgere e far ridere ogni tipo di pubblico, dai più piccoli ai più grandi.

Fintamente anche i Minions ora loro hanno raggiunto un grande successo!!

Articoli Correlati