La Gabbianella e il gatto su Italia 1: differenze fra film e libro

di Alberto Muraro
Luis Sepúlveda

A pochissime ore di distanza dalla tragica morte di Luis Sepúlveda, Italia 1 ha deciso di modificare il suo palinsesto inserendo il film d’animazione La Gabbianella e il gatto. Come di certo saprete, il film diretto da Enzo d’Alò è infatti ispirato al celeberriimo libro dell’autore cileno intitolato Storia della gabbianella e del gatto che le insegnò a volare. Il film di D’alò sarà tramsesso a partire alle ore 16:20.

Il libro originale, pubblicato nel 1996, è diventato un vero e proprio punto di riferimento di un’intera generazione di giovani lettori. Luis Sepúlveda ha infatti raccontato con rara delicatezza dell’importanza di credere nei proprio sogni e del provarci sempre, anche quando tutto sembra remarci contro.

Clicca qui per acquistare il libro La Gabbianella e il gatto!

Com’è normale che sia, per ogni adattamento cinematografico, il film di Enzo d’Alò uscito nel 1998 ha tante differenze con il libro originale.

Ecco tutte le differenze fra il libro e il film de La Gabbianella e il gatto (Fonte: Yahoo Answers)

Cliccate qui per leggere gratis tutti i libri di Luis Sepúlveda su Amazon Kindle!

La Gabbianella e il Gatto

– Nel film, a prendersi cura di Zorba è un’anziana signora, presumibilmente la sua padrona. Nel libro i suoi veri padroni sono in vacanza e a curarsi di lui è un amico di famiglia.

– La figura del poeta ne La Gabbianella e il gatto (che nel film è doppiato dallo stesso Sepúlveda) compare nel libro verso la fine. Nel film è presentato subito e la stessa cosa accade per la sua gatta Bobulina. Inoltre nel film compare anche una terza figura, la figlia del poeta, assente nel libro.

Clicca qui sotto per attivare la prova gratis di Disney Plus!

– Diderot nel libro, abita al “Bazar di Harry”, locale gestito da un vecchio lupo di mare, pieno di oggetti antichi e relitti misteriosi. Nel film abita in un più imprecisato “museo abbandonato”.

– Il personaggio di Mattia lo scimpanzé, bigliettaio del Bazar di Harry, non è presente nel film. Al suo posto è stato inserito il gatto Pallino, amico del protagonista.

– La figura dell’antagonista nella pellicola è molto definita, e viene introdotta subito. Sono i malvagi topi di fogna. Essi, guidati dal Grande Topo, vogliono risalire in superficie e conquistare lo spazio terreno a scapito dei gatti: per questo cercano di spiare ogni loro mossa. Due ratti, infatti, vengono inviati dal Grande Topo a spiare i tentativi di Zorba di covare l’uovo affidatogli da Kengah, e dopo averlo catturato vengono scoperti da quest’ultimo e puniti. Nel libro invece la figura dell’antagonista non è ben definita, ma il vero antagonista della storia è il mosaico di avvenimenti e personaggi che si avvicendano intorno ai protagonisti.

– Assente nel libro è anche la parte riguardante il rapimento di Fortunata.

– Il nome di Sopravento, il gatto marinaio, è stato cambiato in Rosa dei Venti.

È la figlia del poeta a condurre Zorba sul campanile, non il poeta stesso, come invece accade nel libro.

Nel libro Diderot è di colore grigio, mentre nel film è arancione

 

Articoli Correlati