Juan Darthes è stato incriminato per violenza sessuale ai danni di Thelma Fardin

di Alberto Muraro

Torniamo a parlare, dopo un po’ di tempo, dello sconvolgente caso che ha scosso nel 2018 tutti i fan de Il Mondo di Patty. Ad un anno di distanza, infatti, ci sarebbero degli aggiornamenti sulla delicatissima posizione di Juan Darthes. L’attore, che nella serie interpretava sarebbe infatti stato ufficialmente incriminato per molestie sessuali su Thelma Fardin.

Juan Darthes molestatore di Thelma Fardin: ecco cos’era accaduto

Facciamo un passo indietro. A dicembre 2018, l’attrice che nel mondo di Patty interpretava Giusy aveva pubblicato un video nel quale, in lacrime, raccontava l’orrore vissuto sul set. Sulla testa di Juan Darthes, che nella serie interpretava Leandro Díaz Rivarola, pesano accuse gravissime, fra l’altro supportate anche da altre testimonianze. Sembra infatti che Thelma non sia stata l’unica a finire fra le grinfie del molestatore.

Gli ultimi aggiornamenti sul caso

juan darthes

Nelle scorse ore, un tribunale nicaraguense che ha gestito l’intera vicenda ha incriminato Darthes per il reato di violenza sessuale aggravata. Ad oggi, dunque, sull’attore è stato emesso un mandato di arresto.

Darthes, nel frattempo, è fuggito in Brasile. Per questo motivo, il giudice che si occupa del caso, Celso Urbina, ha emesso un mandato di cattura internazionale

Commentando gli ultimi sviluppi di questa sconvolgente vicenda sui social, la Fardin ha affermato:

Ricevo ancora molti messaggi di supporto dei fan. Dopo la prima ondata, continuano a scrivermi. Anche il libro ha fatto la sua parte, fornendo strumenti per far capire alle persone che non sono sole e che devono parlare. Liberarmi di ciò che mi è successo è stata la mia guarigione. Sono passati molti mesi, ma continuo a seguire i dettagli della causa.Non sono un avvocato, ma mi sono resa conto di cosa significhi un processo giudiziario di questa natura. Metto tutto il mio impegno nel seguire la vicenda, sono in contatto con i miei avvocati e sono anche consapevole che la causa ha avuto degli stop e dei progressi.

View this post on Instagram

Hace un año a esta hora mis amigues me pasaban a buscar por mi casa, con el cansancio acumulado del viaje a Nicaragua del que habíamos vuelto hacia dos días, la ansiedad, el desgarro que significó grabar ese video y habiendo dormido a penas tres horas emprendíamos camino al teatro. Mariel estaba conmigo desde las 8 de la mañana, nos reunimos temprano con mi abogada, después me obligó a comer algo para tener fuerzas, me arregló la pollera que me quedaba grande de todo lo que había adelgazado por el stress de esos días y me mandó a dormir una siesta… la calma antes de la tormenta. Ese día parecía que el cielo iba a caerse a pedazos. Sonaban truenos y decíamos riendo “es el patriarcado que se está cayendo”. Llegamos al teatro y ahí estaban todas ellas, corriendo de un lado a otro para que todo estuviera listo. No teníamos idea de lo que estábamos por generar. Y acá estamos, 365 días después, millones de historias y de abrazos después, rodeada de tanto amor, luchando, avanzando. Porque estamos sanando juntas y mantenemos nuestra lucha firme en las calles reclamándole al sistema que se ponga a la altura de nuestro avance como sociedad. De la histórica lucha del movimiento de mujeres y disidencias. Nunca me alcanzarán las formas de decir gracias para retribuirles el eco que hicieron de este grito. Pero lo intentaré, lo seguiré intentando trabajando todos los días por cambiar un poco este mundo injusto. GRACIAS. #Miracomonosponemos #Miracomoluchamos @actrices.argentinas @sabcartabia @neiramariel @lugaffoglio @ineslauge @daniflombaum @soymaza @soyanajuliaa @nachofrancavilla @javialtholz @denisenenezian @lauraazcurra @soyjazminstuart @carofer75 @zuleikitas @griseldasiciliani @luciana.peker

A post shared by Thelma Fardin (@soythelmafardin) on

Articoli Correlati