Gionnyscandal – Intervista: “Non chiamatemi rapper, io faccio emocore!”

di Alberto Muraro

A distanza di un anno e mezzo dal precedente lavoro, Gionata Ruggieri, in arte GionnyScandal è finalmente tornato con un nuovo disco! Il progetto si intitola EMO ed è uscito nei negozi di dischi e nelle piattaforme di streaming lo scorso 4 maggio!

Il disco, ricco di suggestioni musicali, contiene ben 11 brani inediti e si avvale per la maggior parte della produzione di Sam Lover. L’intero lavoro è stato anticipato dal singolo “Il posto più bello”, e da “Per sempre”, ballad romantica intrisa di poesia e sentimento in feat con Julia Jean il cui video ha già oltrepassato oltre 9 milioni di views sulla rete. L’emozionante duetto, è una fresca esplosione di elementi diversi in cui sonorità pop s’intrecciano perfettamente con il rap melodico con il quale Gionny Scandal ha da sempre abituato la sua fan base.

In occasione della pubblicazione del disco, GingerGeneration.it ha avuto il piacere di intervistare l’artista, che però non ama particolarmente le etichette e ormai, in un certo senso, sembra essersi allontanato dalla definizione di “rapper”. Ecco cosa ci ha raccontato!

 

Le 11 canzoni del disco parlano d’amore. Sono tutte autobiografiche?

Ho sempre scritto in questo modo, cerco di portarmi una valigia metaforica dove butto dentro tutto quello che mi succede. Quando ne ho bisogno tiro fuori le cose. Nel disco racconto quello che è successo a me. A parte Viva la Fifa, ovviamente! Tutte le altre tracce parlano della mia vita. Per esempio, quando ho promesso alla mia ex che saremmo rimasti insieme per sempre e poi non è successo, ne parlo appunto in Per Sempre.

Parlando delle tue radici emocore, è un genere fatto di contrasti, un contrasto che si sentiva molto in Reset. Qui il suono invece è ben diverso, concordi?

Avrei voluto fare un disco uguale al precedente, più “suonato”, ma ho dovuto riadattarlo al mercato pop. Se io voglio fare emotional core devo scendere a compromessi. Il mood del mio disco doveva comunque essere più pop.

Ma quindi possiamo ancora definirti “rapper”?

Diciamo che da certi punti di vista si, ma a me non piace l’omologazione!

Com’è nata la copertina?

Ho pensato “devo fare qualcosa di originale, che richiami sia l’amore ma anche l’estate”. Per questo ho messo un cuore verde sopra ad un cono gelato. Alcuni però l’hanno confuso con il gelato al pistacchio!

 

Cosa ci puoi dire del tour?

Il tour inizia il 6 settembre all’Alcatraz ci sarà il batterista, il tastierista, quindi trasformeremo il disco in qualcosa di suonato. Forse verrò a Roma, Firenze, Bari e Palermo, ma queste tappe sono da confermare!

 

Come si inserisce nel disco un pezzo come Hip Hip Urrà?

Io ho iniziato a fare musica nel 2011, quando ho pubblicato Haterz make me famous, al tempo facevo rap e quindi con questo pezzo volevo far capire alla gente che il Gionny Scandal che faceva rap crudo esiste ancora. Ho voluto dimostrarlo con una traccia sola, una traccia trap, un genere che va tantissimo di moda adesso!

Confermi che la canzone Il posto più bello è un singolo fatto apposta per l’estate?

Sì, considerato anche il periodo in cui il disco è uscito, sapevo che avrei dovuto avere dalla mia parte un pezzo estivo. Si è trattato in effetti del mio primo pezzo “reggaeton”, se così vogliamo chiamarlo.

In gran parte delle canzoni parli di una ragazza. Chi è la fortunata?

In nessun pezzo parlo di una ragazza in particolare, tranne forse in Per sempre dove parlo appunto della mia ex fidanzata..

Il tuo rapporto con i fan com’è?

Di recente si sono creati malumori perché nelle Stories di Instagram ho chiesto ai miei fan di non seguirmi fin sotto casa. Se voglio prendere il sole sul terrazzo anche io mi merito un po’ di tranquillità! Però se li incontro per strada mi fa molto piacere potermi scattare foto o parlare con loro, alla fine se sono qui oggi è solo grazie ai fan!

 

La tua situazione familiare è particolare. Ci sono stati sviluppi?

Sono sempre stato sincero e trasparente con i fan. Io sono stato abbandonato dai miei genitori biologici e i miei genitori adottivi sono morti ormai molti anni fa. So di avere un fratello da qualche parte, ho fatto un appello su Facebook per poterlo finalmente conoscere e incontrare. Purtroppo non ho ricevuto nessuna notizia a riguardo. A te, se sei all’ascolto, dico “se ci sei batti un colpo!”.

 

 

 

 

Che cosa ne pensate di EMO di Gionnyscandal?

Articoli Correlati