Intervista esclusiva a Jacopo Sarno

di admin

Giubbotto di pelle turchese come i suoi occhi, modi gentili e sguardo affabile. Abbiamo conosciuto lo "Zac Efron" italiano, che porterò High School Musical nei teatri di tutta Italia.
Ci ha anche rivelato come seduce e come vuole essere sedotto..

Prima di iniziare a lavorare per questo spettacolo eri già un appassionato di High School Musical?
Sono sempre stato un appassionato di musical e quando ho visto il film ho detto subito “WOW: questo è un grande spettacolo” televisivo e adesso anche teatrale.

Se dovessi fare una nuova versione di High School Musical riscritta personalmente da te chi sceglieresti: Sharpay o Gabriella, la “buona” o la “cattiva”?

Mmm non lo so, le sceglierei tutte e due (hehe)

La scena più difficile da cantare e da recitare?
Beh, io ho canzoni altissime: io mi sono sempre considerato un baritono e sono sempre arrivato fino al “la”. In questo spettacolo prendo più volte il si bemolle e a volte anche il si naturale, per cui mi sto allenando tantissimo per riuscire a cantare al meglio queste canzoni. Però è una bella sfida, la cosa non mi preoccupa, perché comunque è un bel gioco, e poi.. come recitazione è un bel testo, perché è semplice ma non è banale, quindi è difficile da mettere in scena, però ho degli ottimi compagni e si può fare un ottimo lavoro.

Se potessi impersonare un altro personaggio, anche cinematografico chi vorresti interpretare?
Ancora Troy Bolton! Oppure.. il fantasma dell’opera. Però dovrò avere qualche anno in più.

A che attore ti ispiri quando reciti?
A Roberto Herlitzka, credo che sia il più grande attore italiano vivente. Poi un giorno mi piacerebbe diventare anche come Giancarlo Giannini, ma è un sogno di quelli.. sai quei cassetti di cui hai perso la chiave?

Hai più paura di recitare di fronte a un sacco di persone e dover cantare oppure di trovarti di fronte a una versione a sorpresa di greco?
Questa è una domanda importante perché quest’anno in seconda prova è uscito greco e io me lo ritroverò a Giugno! Beh chiaramente recitare e cantare mi viene molto più facile, perché non sono proprio una cima in greco, e poi il pubblico mi aiuta, mentre le versioni non è che mi diano proprio una mano quando le devo tradurre. Però è anche quella una bella sfida: io amo studiare e lo faccio con passione.

Il confronto con Zac Efron viene immediato: recentemente è uscita un’intervista in cui ha dichiarato come vorrebbe essere sedotto da una ragazza e come una ragazza dovrebbe baciare, secondo lui. Tu come vorresti essere sedotto e come dovrebbe baciarti una ragazza?
Beh, deve stupirmi. Secondo me ogni ragazza ha qualcosa di unico e speciale.. deve solo trovarlo! E quando lo trova deve farmelo scoprire: magari piano piano, magari all’improvviso.. non lo so, ogni ragazza ha un suo modo di colpirmi. Poi sul modo di baciare bisogna solo sentirlo veramente: deve essere una cosa sincera.

E tu come le seduci le ragazze?
Beh, a 12 anni quando avevo gli occhiali, ero mingherlino e scrivevo canzoni romantiche provavo dedicando canzoni e poesie.. ho scritto anche diversi sonetti! E non ha mai funzionato.
Adesso cerco di essere solo me stesso

Gestisci personalmente Il tuo forum sul web?
No. Quando facevo “Datemi tre caravelle” due ragazze di Firenze hanno aperto questo forum e me l’hanno fatto sapere: per me è stata una grandissima gioia. Adesso ci sono un sacco di visitatori, di iscritti e sono molto contento: lo visito spesso e mi piace molto chiacchierare con le persone che mi fanno domande, perché io in fondo sono una persona normalissima, non voglio fare la star , perché mi sembra brutto dividere il mondo di chi recita dal mondo di chi ha altri sogni, un altro lavoro, un altro obiettivo, ed è bello anche comunicare e trovare nuovi amici. Però non lo gestisco io.

Raccontaci una delle gaffe che ti ha fatto più ridere dietro le quinte di High School Musical – Lo Spettacolo
Beh, i primi giorni, quando mi impegnavo per cercare di ballare al livello di tutti gli altri era veramente divertente. Poi Gillian (la coreografa n.d.r) ha fatto su di me un lavoro pazzesco! Finalmente sto migliorando: ce la posso fare. Grazie Gillian, grazie! Mi ha fatto scoprire che chiunque può ballare: l’altro giorno ho visto un film che mi è piaciuto un sacco, cioè Ratatouille. Come dice Gusteau chiunque può cucinare, ma è anche vero che chiunque può trovare dentro di sé un ballerino, un attore, un cantante, un musicista, o un fioraio.. qualunque cosa.

Come hai detto poco fa in conferenza stampa “Non sarò Bolle, ma ballo!”
Esatto 🙂

Un assaggino piccolissimo di una canzone del musical?
“Ora noi dobbiamo celebrare, perché il mio cuore sa….”

Guarda e ascolta l’intervista a Jacopo Sarno!

Articoli Correlati