In uscita Un bacio, il dramma del bullismo tra i giovani di oggi

di admin

Diretto da Ivan Cotroneo, già autore dell’omonimo romanzo breve, Un bacio è un film attualissimo in uscita nelle sale italiane il 31 marzo 2016 che tratta di problematiche sociali quali discriminazione, pregiudizio, omofobia, violenza ed emarginazione attraverso il linguaggio duro e immediato del mondo degli adolescenti mischiato alla spensieratezza tipica di quel periodo. E’ il racconto di tre studenti sedicenni compagni di scuola del Liceo Newton di Udine (Istituto Tecnico Marinoni nella realtà), che per motivi diversi si ritrovano a stringere una forte amicizia che li unirà intensamente ma che al tempo stesso verrà messa a dura prova da fattori esterni che intaccheranno il loro equilibrio.

I protagonisti, al loro debutto cinematografico, sono Lorenzo (Rimau Grillo Ritzberger), omosessuale dichiarato e adottato dalla famiglia, molto sveglio e intelligente, brillante e dalla risposta sempre pronta; Antonio (Leonardo Pazzagli), segnato da una vicenda famigliare tragica che vede coinvolto il fratello maggiore Massimo, suo orgoglio e sua maggiore fonte di ispirazione, morto in un incidente stradale. Egli rappresentava tutto ciò che lui avrebbe sempre voluto essere : simpatico, amato, di successo, bravo a scuola e con le ragazze; Blu (Valentina Romani), ribelle e casinista, considerata da tutti una poco di buono perché frequenta un ragazzo universitario molto più grande di lei di cui è perdutamente innamorata.

Un Bacio

A unirli è il senso di inadeguatezza, l’essere lontani dagli stereotipi che la società impone e che loro rifiutano e le loro vite tanto drammatiche in modi differenti ma comunque simili. Senza eccesso e attraverso una combinazione di tormento e leggerezza vengono affrontati temi contrastanti come confusione, inquietudine, isolamento, conseguenze tragiche del giudizio sociale i quali durante il momento delicato e difficile della giovinezza possono segnare e deviare profondamente, conducendo verso un intenso disagio superabile soltanto grazie all’amicizia, spesso vera salvezza.

I protagonisti si sono impegnati al massimo per il loro ruolo studiando basket e danza (le coreografie musicali sono di Luca Tomassini) e la colonna sonora è stata affidata ad artisti come Mika con il brano Hurts, Placebo, Blondie e Lamb. La pellicola mira principalmente ad ottenere un forte impatto emotivo sul pubblico adolescente che avrà modo di rispecchiarsi largamente nella storia puntando a lanciare un chiaro messaggio di speranza e di voglia di riscatto. Si sa, esiste sempre una via d’uscita anche dagli ostacoli che ci sembrano più pesanti e insormontabili. Non bisogna darsi per vinti mai…

Articoli Correlati