Dettagli di stile: gli occhiali da sole

di admin

Finalmente le giornate iniziano a scaldarsi e nell’aria c’è già un clima primaverile. È ora di tirare fuori dal cassetto gli immancabili occhiali da sole. Il gadget da spiaggia per eccellenza è negli anni diventato più un vezzo che uno strumento utile a proteggersi dai tanto chiacchierati raggi UV. Basta guardare la gente che non li toglie neppure quando scende in metropolitana per rendersene conto.

Un elemento importante del look
Gli occhiali da sole sono ormai, al pari di un cappello o di un foulard, parte integrante del proprio look. E la prima regola è che siano all’ultima moda. Dallo stile glamour e un po’ ricercato di Giorgio Armani al seducente richiamo agli anni ’60 di Dolce & Gabbana, la primavera 2009 non lascia che l’imbarazzo della scelta. I colori diventano più tenui e meno aggressivi, fatta eccezione per il nero, fine e senza età.

Anche Calvin Klein e Dior si sono orientati verso grandi lenti tondeggianti o squadrate, mentre Tom Ford suggerisce di abbandonare i modelli troppo vistosi per lasciare più spazio alla naturale bellezza del viso. E non possono mancare alla lista gli intramontabili Ray-Ban e i Carrera che quest’anno sembrano volerla fare da padroni.

$$$ Quanto spendere?
Qualunque siano i vostri gusti, una cosa è certa: bisogna mettere mano al portafoglio. L’infinita love story tra i divi dello spettacolo e gli occhiali da sole ha plasmato i desideri di molte ragazze che farebbero qualsiasi cosa pur di essere più uguali possibile ai propri idoli. A volte, però, quelli dei divi non sono occhiali proprio da tutte le tasche. Forse qualcuno ricorderà il debutto di Lapo Elkann nel mondo della moda con i suoi occhiali da sole da oltre mille euro al paio. Ma senza arrivare a questi estremi, un occhiale di marca costa tra i 100 e i 300 euro e qualcuno ha iniziato a pensare che fosse davvero troppo per un semplice vezzo.

Prodotti contraffatti
Il mercato dei prodotti contraffatti ha preso subito la palla al balzo offrendo ai giovani dal budget limitato la possibilità di “sentirsi delle rockstar” senza dover chiedere un prestito a papà. Attenzione però: quando si acquista un occhiale di marca, non si paga solo “il nome”, ma anche un paio di lenti di qualità garantita. Cautela dunque ad esporsi al sole con occhiali da pochi soldi, potreste causare danni permanenti alla vostra vista.

È bene cercare sempre un compromesso tra qualità e prezzo, pensando prima a noi stessi che a come ci vedono gli altri. Senza contare che un occhiale di marca è di norma più resistente e può essere conservato per un’occasione in cui occorre un look un po’ vintage. E poi la moda è una ruota che gira: Ray-Ban ha appena rispolverato i Wayfarer, nati negli anni ‘50 ed esplosi poi negli anni ’80. Potremmo dire “un modello dei  nostri genitori” svecchiato grazie a piccoli accorgimenti quali il colore della montatura e le sfumature delle lenti. Kate Moss, Robert Pattinson e Mischa Barton li hanno già sfoggiati davanti alle telecamere nelle loro varianti unicolor, mimetici e bicolore. E voi, come li sceglierete?

Immagini:
1: Calvin Klein
2: D&G
3: Tom Ford

Articoli Correlati