Capo Plaza aggredito: il rapper spiega cos’è successo

di Alberto Muraro

Come vi abbiamo raccontato qui su GingerGeneration.it, nelle scorse ore il rapper campano Capo Plaza si è ritrovato coinvolto suo malgrado in una rissa. Le immagini apparse online sono state scioccanti e hanno preoccupato non poco i fan dell’artista, da sempre lontano da polemiche e flame vari ed eventuali.

A poche ore dal fattaccio, l’artista (Luca Orso all’anagrafe) ha tenuto a spiegare ai fan su Instagram cosa esattamente è successo mentre si trovava a cena in un ristorante.

Ecco il post con cui Capo Plaza ha commentato la rissa in Sardegna.

 

Mi state chiedendo in tanti come sto, perché è iniziata a girare la notizia. Vogliospiegae in prima persona non voglio che qualcuno inizi a dire bugie su quello che è successo. Ieri in Sardegna una persona si è avvicinata per chiedermi una foto, io gli ho risposto che l’avrei fatta dopo. Alla mia risposta ha iniziato ad offendere me e il mio stan e poi ha alzato le mani su un membro del mio twam. Senza volerlo siamo stati tutti coinvolti nella rissa, ed è andata com’è andata. Non sono una persona violena, non preferii mai l’iniziativa di alzare le mani su qualcuno, ch mi conosce lo sa. Alla non m’importa cosa penseranno gli altri. So chi sono e non ascolterò le voci Il luogo dove sono nato per fortuna mi ha insegnato a difendermi quando qualcuno vuole fare l’arrogante e anche per questo sarò sempre grato a Salermo. Mi fa schifo la violenza, ma mi fa schifo ancor di più chi senza alcun motivo aggredisce me e i miei amici. Non parlerò più dell’accaduto. ma ricordate che gli artisti sono persone, non manichini né scimmie da intrattenimento. Nulla è più importante del rispetto.

Per fortuna, la rissa non ha avuto conseguenze fisiche gravi su Capo Plaza. Già il giorno dopo, l’artista è infatti tornato ad esibirsi sul palco come se nulla fosse accaduto.

capo plaza

 

Articoli Correlati