Anastasio: “La fine del mondo parla di depressione” | VIDEO INTERVISTA!

di Alberto Muraro

Questa sera, 13 dicembre, andrà in onda su Sky Uno l’attesissima finale di X Factor 12, nel corso della quale scopriremo chi sarà il trionfatore di questa edizione. I talenti rimasti in gara sono 4, uno per ogni giudice: Anastasio, Under Uomo della squadra di Mara Maionchi, Luna Melis (Under Donna di Manuel Agnelli), i Bowland (gruppo di Lodo Guenzi) e infine Naomi, over di Fedez.

I concorrenti si sono guadagnati la finale al Forum di Assago a suon di esibizioni incredibili e inediti trascinanti, con i quali hanno già iniziato a scalare le classifiche. Fra i più fortunati troviamo La fine del mondo, il pezzo del rapper Marco Anastasio che, a poche ore dalla conclusione di X Factor 12, è dato come favorito. Noi di GingerGeneration.it abbiamo avuto la fortuna di intervistare il giovane artista a poche ore dalla finale di X Factor 12. Ecco cosa ci ha raccontato della sua canzone!

Anastasio è riuscito in queste settimane a convincere il pubblico con il suo flow tagliente e i suoi testi incisivi, dando vita a nuove versioni di alcuni storici pezzi della musica italiana e internazionale che ci hanno davvero lasciato a bocca aperta.

 

Qui sotto trovate audio e testo di La fine del mondo.

 

Testo

aspetta
non sono pronto ancora
guardo ancora l’etichetta
non so andare in bicicletta
o fare i 100 all’ora

mai corso una maratona
superato ostacoli
non ho mai visto il Napoli di Maradona

e ho le licenze scadute un pezzo
quella poetica da rinnovare
o levare di mezzo
abbatto la clessidra orizzaontale per fermare il tempo
a patto che smettiate di soffiare per cambiare il vento

e il freddo che avanza
l’anima sintetica
l’estetica dell’ansai
e se oggi potessi cambiare il mondo
lo farei domani

non mi rompete il cazzo
con sta fretta di decidersi
lasciatemi non fatemi alzare dal letto
scendetemi di dosso con sta fretta di decidersi
voi
voi non mi fatemi alzare dal letto

ma voi davvero volete le cose semplici?
inflazionarvi le emozioni con i pezzi sempre identici beh
io sono stanco delle cose normali
io non ho tempo per le cose normali
di certo non mi alzo dal letto per cose normali

tu non mi credi
io vengo a romperti i pensieri
ti toglierò l’ossigeno
e la terra sotto i piedi
io vengo a romperti i pensieri

io mando giù l’arsenico
non lascio manco più le goccioline
Xanax coe noccoline pare da rimpicciolire
e sogno un mondo che finisca degnamente
che esploda
non che si spenga lentamente

io sogno i led
i riflettori e la CaPpella Sistina
sogno un impianto con bassi pazzeschi
sogno una folla che salta all’unisono
fino a spaccare i marmi
fino a crepare gli affreschi

sogno il giudizio uievrale sgretolarsi e cadere
coriandoli sopra una una folla danzante di vandali
li vedo al rallenti
miliardi di vite
mentre guido il meteorite sto puntando li

io sogno i led
i riflettori e la capella Sistina
sogno un impianto con bassi pazzeschi
sogno una folla che salta all’unisono
fino a spaccare i marmi
fino a crepare gli affreschi

sogno il giudizio uievrale sgretolarsi e cadere
in coriandoli sopra una una folla danzante di vandali
li vedo al rallenti
miliardi di vite
mentre guido il meteorite sto puntando li

 

Che ne pensate de La fine del mondo di Anastasio?

Articoli Correlati