Vienna: una magica vacanza tra giri di valzer!

di Laura Valli
Vienna Castello di Schönbrunn

Se pensate di trascorrere una vacanza, in una delle più affascinanti città europee, Vienna vi lascerà senza parole. Il carisma della capitale austriaca è fortemente legato alla sua storia e alla sua cultura, ma soprattutto ai personaggi che con il loro talento e il loro ruolo hanno saputo porre Vienna al centro della scena.

Raggiungere questa città austriaca è facile ed economico da ogni aeroporto italiano, ad esempio con Austrian Economy è possibile prenotare un volo, andata e ritorno da Milano a Vienna, con soli 89€. La tratta ha la durata di circa 90 minuti.

Appena arrivati all’International Airport di Vienna, potete scegliere tra due opzioni per spostarsi in città. Fuori dall’aeroporto gentili hostess della City Airport Train (CAT) vi offriranno la possibilità di raggiungere il centro città con un treno moderno e super-veloce, al prezzo di € 10 a persona solo andata; ma a pochi metri di distanza si trova la fermata della S-Bahn, il treno suburbano che in soli 30 minuti ad un costo di 4 € a persona vi porterà esattamente alla stessa stazione.

Il CAT, probabilmente all’arrivo non è il mezzo più economico, ma quando si parte sì, poiché si può fare il chek-in già la sera prima, e questo è un vantaggio non da poco!

In entrambe i casi giungerete nel Distretto Landstraße (nel centro di Vienna), vicinissimi alla fermata della Linea U4 della metropolitana, da cui potrete raggiungere ogni angolo della città. Da qui infatti potrete dirigervi in Mariahilfer Straße dove si trova il Kummer, uno splendido hotel a quattro stelle nel centro di Vienna (da 89€ a notte); oppure al Kavalier in Linzer Straße, un altro hotel a quattro stelle (da 40€ a notte) un po’ decentrato, ma ben collegato con tutta la città grazie alle fermate di metro e alle linee suburbane. 
Per chi vuole pernottare spendendo il minimo necessario, vi consiglierei il MEININGER Hotel Wien Downtown Sissi un Hotel a pochi passi dal Danubio, le cui camere parton0 da circa 30€ per notte a persona, con incluse tassa di soggiorno e wifi.

Una volta effettuato il chek-in, preso il possesso della camera assegnata e sistemate le valige, non resta che addentrarsi in città e cominciare ad esplorarla. Potreste iniziare il tour di Vienna dalla Cattedrale di Santo Stefano (Stephansdom), che è al tempo stesso il centro e il simbolo della città. Un capolavoro gotico caratterizzato dal suo tetto è rivestito da tegole policrome, che a nord e sud ha due torri si gode di un incantevole panorama, ma l’unico modo per arrivare in cima è farsela a piedi! I 343 scalini della ripida e stretta scala a chiocciola, potrebbero darvi un attimo di perplessità ma ne varrà veramente la pena.

Vicino l’omonima piazza si trova Graben, il cuore commerciale di Vienna, paragonabile a Via Montenapoleone o Via Condotti, per le boutique dei grandi brand.

Proseguendo potrete incamminarvi verso la più antica piazza viennese, Hoher Markt, dove potrete osservare l’Ankeruhr per via dell’orologio a figure mobili dei primi del Novecento. Ogni giorno a mezzogiorno, una folla di turisti incuriositi si riunisce davanti all’orologio per veder sfilare in un corteo musicale le statuine di dodici personaggi legati alla storia dell’Austria, tra i quali compaiono Carlo Magno e gli imperatori Asburgo.

Passeggiando per le vie del centro si arriva a Karlsplatz, dove sorgono i due padiglioni della vecchia metropolitana firmati dall’architetto Otto Wagner, e al Teatro dell’Opera.

Cosa sarebbe Vienna senza la musica classica?

In città tutti i giorni si ha la possibilità di assistere a concerti di musica classica  soprattutto Mozart o valzer di Strauss, e ad ogni angolo venditori in tipici  costumi storici, vi inviteranno a prenderne parte.

Unica pecca è che i concerti siano organizzati da piccole orchestre di giovani musicisti alla non modica cifra di 50€, prezzo per cui  è possibile acquistare biglietti per concerti della Wiener Symphonieker o addirittura per la Wiener Philharmoniker.

Se siete appassionati di musica, di ogni genere, potreste venire a Vienna per assistere dal vivo all’Eurovision Song Contest 2015.

Per completare la visita, potrete prendere il tram che percorre tutta la Ringstraße, dando la possibilità di ammirare altre meraviglie di Vienna come il Parlamento, l’Università, la Rathaus, il Burgtheatre, la Chiesa Votiva fino allo Stadtpark, il più grande parco cittadino. Una delle ultime novità in proposito è la Vienna Ring Tram, un biglietto che con soli 9€ consente di salire e scendere tutto il giorno, ma valido solamente per questo speciale tram.

Anche se vi verrà proposto come un’agevolazione non è propriamente il mezzo più economico, infatti, il giornaliero dei mezzi pubblici “normali”, con il quale potrete muovervi per tutto il giorno nella città, costa solo € 6,70. Fate un po’ voi i conti!

Sempre sfruttando la rete dei mezzi pubblici che collegano veramente ogni angolo di Vienna, un altro itinerario dovrebbe condurvi allo splendido Castello di Schönbrunn: antica residenza estiva degli Asburgo. Qui è possibile visitare l’interno del castello con le stanze reali; il parco ornato di fontane e la Gloriette, un porticato in stile neoclassico da cui si gode di una meravigliosa vista sia sul castello che sull’intera Vienna.

Se deciderete di recarvi nella capitale austriaca nel weekend di Pasqua, di fronte alla splendida cornice barocca del palazzo, potrete visitare il Mercatino di Pasqua al castello di Schönbrunn (dal 5 al 21 aprile), dove verranno presentati gli usi e le tradizioni pasquali tipiche dell’Austria.

Tornando in centro è d’obbligo una sosta al maestoso palazzo imperiale, l’Hofburg, che è costituito da una serie di edifici di epoche e stili diversi, apparentemente disposti senza un ordine preciso: Palmenhaus, Augustinekirche e l’Albertina. Oltre a questi edifici c’è, ovviamente, il palazzo vero e proprio a cui si accede attraverso l’ampia Heldenplatz.

All’interno degli appartamenti reali si trova il museo dedicato alla principessa Sissi mentre all’esterno ci sono i coloratissimi giardini Volksgarten. Terminata la visita a questa meravigliosa struttura, potete recarvi in Karner Strass, una tra le vie più animate della città.

Per risparmiare e godervi appieno le visite di palazzi e musei potrete acquistare la Vienna Card, una carta convenzionata che consente riduzioni degli ingressi in molti musei, per le visite guidate e per muoversi con i mezzi pubblici di Vienna per 72 ore, il tutto al soli 19,90 €.

E’ in vendita in oltre 200 hotel della città e ai punti prevendita della Wiener Linien (l’azienda dei mezzi pubblici di Vienna).

Ecco cos’altro potete gustare a Vienna!!

Per tutti i golosi, che invece vogliono gustarsi il dolce simbolo di questa città, tappa obbligatoria è il Cafè Sacher, ove mangiare una fetta della più famosa torta di cioccolato, è un evento paradisiaco. Purtroppo molti turisti affollano il locale, e questo ha fatto svanire quasi completamente la “Wiener Gemütlichkeit, ovvero la tradizione di bere tranquillamente un caffè e mangiare una torta, leggendo il giornale.

Però oltre all’entrata da Kärntnerstraße, c’è una piccola entrata segnalata come Sacher Stube, dove si ha tutta l’atmosfera di una volta, quasi dei saloni francesi dell’800, dove si può tranquillamente gustare una fetta di sacher che non ha paragone!

Vienna - Sacher Torte

Rimanendo in ambito culinario, ogni giorno molti turisti si dirigono verso Grinzing, in cerca degli Heurigen i locali tipici austriaci, che ormai sono una rarità. In tutta Vienna le vere Heurigen si trovano ancora a Nussdorf o a Stammersdorf.

Per un pranzo abbondante ed economico vi suggerisco il Centimeter in Gersthoferstraße, dove potrete gustare la classica Wiener Schnitze (una sottile fetta di vitello impanata e fritta, servita con insalata di lattuga o di patate) e il Kaiserschmarrn, uno dei più famosi dessert austriaci, una spessa crêpe in pezzi, cosparsa di zucchero a velo e servita con marmellata di ribes, di mirtilli o salsa di mele.  

Una piccola dritta per chi vuole sempre mangiare come a casa anche in vacanza: diffidate delle eccessive bandiere italiane appese fuori dai locali e dai divertenti errori di grammatica nel menu, quelli sono i finti ristoranti di cucina italiana presenti in molte zone di Vienna.

Vienna è anche sinonimo di divertimento!

Una delle attrazioni maggiormente visitate di Vienna è il Prater, parco giochi immerso nel verde, giudicato da tutti come un irrinunciabile tappa a tutte le età. Non c’è un biglietto d’ingresso, ed ogni giostra ha il suo ticket, che varia da un minimo di 1,50€ a 4€. Attrazione principale è la Riesenrad la ruota panoramica che dai suoi 65 metri di altezza offre un panorama sensazionale … provatela di notte!

vienna - ruota panoramica

Inoltre lì vicino, c’è un pezzo di storia austriaca, un piccolo museo con antiche carrozze di legno, adibite a “contenitori” per piccoli plastici che descrivono la zona del prater dalla preistoria a oggi.

Molte altre sono le cose da vedere a Vienna e molti i ricordi che vi lascerà, degni del suo romanticismo e della sua bellezza.

Articoli Correlati