Vestirsi in maniera speciale

di Francesca Parravicini

Quando dobbiamo presentarci ad un’occasione importante qual’è la prima cosa a cui pensiamo? E’ ovvio, l’abbigliamento. Passiamo ore davanti all’armadio o nei negozi alla ricerca dell’abito perfetto. Ma cosa deve avere quello giusto. Come scegliere senza fare cilecca (o almeno si prova).

Dress to impress

Il primo consiglio: non siate anonime. E’ sconfinata la folla delle sempre nero vestite o di quelle che ripiegano su jeans e camicia bianca. Per farvi veramente notare dovete osare. Il che non significa avvolgersi in una guaina di pailletes e piume di struzzo, ma curare i dettagli. Potete puntare su un unico abito, magari di un colore sgargiante o in una fantasia un po’ barocca oppure sugli accessori e in questo caso le scelte sono infinite: grandi bijoux vintage a forma di animali con pietre, headband piumati o ricoperti di perline, una cascata di brillanti bracciali tondi. Anche le scarpe, se preziose e appariscenti, abbinate a un semplice paio di jeans e a una clutch sfiziosa e colorata, contribuiscono a dare fascino (meglio alte però).

Good Attitude

La cosa più importante è essere confidenti e sicure. Anche le insicure croniche, almeno a mio parere, visto che faccio parte della categoria, con un abito che le appaghi e in cui si sentano bene, possono brillare e sentirsi a loro agio. E’ fondamenteale scegliere qualcosa che sia adatto al nostro fisico e ci valorizzi: per esempio gli abiti a palloncino donano alle più magre e longilinee mentre un cocktail dress con focus sul punto vita evidenzia le curve delle più tonde. Ultimo consiglio, assolutamente banale: siate voi stesse. Non serve a nulla apparire diverse, soprattutto se avete un appuntamento con un ragazzo appena conosciuto: prima o poi le incongruenze vengono allo scoperto. Piacete per come siete.

 

 

Articoli Correlati