TVOI (The Voice of Italy) 2019: recensione e commento

di Claudia Lisa Moeller

The Voice of Italy 2019 in onda ogni martedì sera su RAI 2 in prima serata.

TVOI 2019 ha cambiato facce. I giudici e i conduttori sono nuovi, ma non sconosciuti al pubblico. Prima nota ritroviamo Simona Ventura, conduttrice del programma. Un po’ ci spiace, anche perché è come passare da caposala a cameriera. Seppur le abbiamo dato spazio e interagisce di più con la telecamera rispetto ai suoi passati predecessori sempre la ritroviamo schiacciata in un ruolo secondario di un tipo di show, di cui ha il (de)merito di aver importato in Italia.

Con lei torna Morgan in televisione. Morgan ci conferma ad ogni singola clip che farlo fuori dalla televisione è stato un peccato mortale. Indipendentemente dalle sue vicende private pochi vantano curriculum ed esperienza pregressa da dargli autorità in campo musicale e retorica e verve che giustificano la sua presenza.

Gli altri tre nuovi giudici sono Elettra Lamborghini, Gue Pequeno e Gigi D’Alessio.

Elettra Lamborghini ha un lato positivo. E non quello di Pem Pem. È spontanea. Sembra essere simpatica dal vivo e sicuramente in televisione è poco rigida, cosa non rara nel nostro panorama televisivo. Per questo ha un punto positivo a suo vantaggio, ovvero sembra spontanea, allegra e anche un po’ svampita. Detto questo ci chiediamo che genere dovrebbe rappresentare l’ereditiera e soprattutto che cosa avrebbe da insegnare ad eventuali pupilli, senso del gioco?

Gue Pequeno è il rapper. Non c’è più talent che non abbia il rapper d’ordinanza e la trap conquista Sanremo, ci chiediamo se c’è davvero bisogno di un rapper ad ogni talent show. Non si può davvero farne a meno? Gue Pequeno è sicuramente trai più timidi giudici delle scorse edizioni, ma potrebbe anche sciogliersi nelle prossime puntate. Non sarebbe forse stato meglio affiancare Elettra Lamborghini e Gue Pequeno? La seconda è sicuramente più esplosiva sul palco e l’altro ha qualche conoscenza in più della musica.

Gigi D’Alessio è, invece, la sorpresa positiva di questa edizione di TVOI 2019. Pacato, competente e subito corre agli strumenti per dimostrare come potrebbe migliorare il concorrente che gli interessa. Il programma ne avrebbe di più guadagnato se la rivalità con Morgan fosse stata meglio sviluppata, ma la presenza di altri due giudici ingombra.

Morgan e Gigi D’Alessio sono due musicisti di stili diversi, ma la professionalità ed esperienza non si discutono e seppur le distanze non solo geografiche li rendano pressoché estranei l’uno all’altro avrebbero potuto essere il vero perno di questa nuova edizione. Questa edizione TVOI 2019 mostra semmai un paio di forti giudici non proprio giovanissimi e due giudici giovani deboli. Di nuovo, un’interessante polarità televisiva che vede giovani contro “vecchi”.

Per il resto il talent “The Voic”e rimane uguale. I giudici si contendono i concorrenti nelle prime fasi, poi i concorrenti si sfidano tra di loro e solo uno o una ne rimarrà.

Voto a questa nuova edizione di “The Voice” 2019? 7: rispetto all’anno scorso molta meno varietà di personaggi musicali. Se l’anno scorso per la prima volta un’esponente metal è entrata in televisione, quest’anno si ritorna e punta solo su personaggi televisivi o su cantanti già noti al pubblico generale. Come il curriculum di Elettra Lamborghini dimostra.

 

E tu cosa ne pensi di TVOI – The Voice of Italy 2019?

Articoli Correlati