Shrek: la Universal ha in programma dei reboot della serie

di Federica Marcucci

Era il 2001 quando l’orco verde Shrek arrivava nei cinema di tutto il mondo con la sua irriverenza e simpatia. Oggi, dopo otto anni dalla conclusione della saga, la Universal annuncia di voler riprendere il personaggio per una serie di nuove storie. Insomma, non dei sequel ma dei veri e propri reboot.

A rivelarlo è stato Variety, riportando anche che l’arduo compito di far conoscere Shrek a nuove generazioni è stato affidato al creatore dei Minions nonché fondatore della Illumination. Stiamo parlando di Chris Meledandri.

L’idea sarebbe quella di reinventare il personaggio di Shrek per farlo conoscere a nuove generazioni di spettatori. Un’idea che non ci giunge nuova, basti pensare a tutte le operazioni di live action che la Disney sta portando avanti ormai da diversi anni.

Tuttavia Meledandri, che sostiene di essere un grande fan della saga di Shrek, ha già espresso la sua volontà di mantenere il cast vocale originale. Le voci erano infatti parte della caratterizzazione dei personaggi, in italiano e non solo. In lingua originale Shrek era doppiato da Mike Myers, Fiona da Cameron Diaz e Chiuchino da Eddie Murphy.

Ma non è finita qui. Meledandri dovrebbe anche occuparsi di un reboot di un noto personaggio della saga dell’orco. Stiamo ovviamente parlando del gatto con gli stivali. Già protagonista di un film a parte.

A quanto pare la febbre la remake (o da reboot) non accenna a diminuire. Siamo d’accordo con la volontà di riproporre storie a un nuovo pubblico in chiave diversa. Dopotutto si tratta di un meccanismo sfruttato dal cinema sin dagli albori. Tuttavia ci sembra che, sempre più spesso, questo sia un alibi dei grandi studi di produzione.

Pare infatti che le major preferiscano investire in prodotti dal successo sicuro piuttosto che in storie originali. Ci sarà un’inversione di tendenza? Staremo a vedere…

Che cosa ne pensate del reboot di Shrek?

Articoli Correlati