JK Rowling difende Johnny Depp e i fan l’accusano di ipocrisia

di Claudia Lisa Moeller

Dopo lo scandalo Weinstein si è aperto un vaso di Pandora. Le violenze e i soprusi perpetuati, in particolar modo, da uomini su donne sono stati svelati. Nei giorni in cui la celebre rivista Times mette in copertina come protagoniste dell’anno quelle donne che hanno iniziato la campagna di denunce giornalistiche e internettistiche (con l’hashtag #MeToo), non poteva questa scelta registica rimanere inascoltata. Ne sa qualcosa Johnny Depp che ha dovuto fronteggiare l’ira del fandom potteriano.

L’attore da poco è diventato un volto della fortunata saga pensata da JK Rowling. Con non pochi malumori il fanbase del maghetto occhialuto Harry Potter avevano accolto l’attore camaleontico nella saga. All’inizio il ruolo di Grindelwald doveva essere un ruolo minore nella pellicola Animali fantastici e dove trovarli. Ora Johnny Depp sempre nel ruolo di Grindelwald diventerà protagonista di una nuova saga nel magico mondo di Harry Potter.

I fan sono sbottati. Perché proprio lui? Proprio quel Johnny Depp accusato dalla ex moglie Amber Heard di percosse e di violenza domestica? Perché JK Rowling difende un bruto di cotal genere?

La scrittrice si è presto messa a scrivere la sua versione dei fatti che alcuni fan non hanno gradito. La signora scrive sul suo blog (qui il link del pezzo) che Johnny Depp in principio venne scelto per un cameo. JK scrive:

Quando Johnny Depp venne scelto per il ruolo di Grindelwald, ho pensato che sarebbe stato fantastico per il ruolo. Comunque sono apparse delle storie su di lui sui tabloid durante le riprese del suo cameo nel primo film. Ciò ha preoccupato molto me e tutti coloro che avevano dei ruoli di responsabilità nel franchise.

Eravamo nel novembre 2016. L’attore ha divorziato dalla moglie Amber nel maggio 2016. Una piccola imprecisione.

Continua la scrittrice:

I fan di Harry Potter hanno delle domande e dei dubbi legittimi riguardo alla scelta di continuare a lavorare con Johnny Depp. Come ha già detto David Yates, da tanto tempo regista della saga Potter, noi abbiamo naturalmente considerato l’opzione di sostituire (Johnny). Comprendo, pertanto, perché alcuni di voi sono confusi e arrabbiati perché ciò non è successo-.

JK Rowling, quindi, conferma che c’è stato un momento in cui la scrittrice e il regista hanno pensato di cambiare l’attore per Gindelwald. Ma cosa è successo? Come mai alla fine hanno optato per tenere Johnny Depp?

La comunità enorme e dal supporto reciproco che è nata intorno ad Harry Potter è una delle più grandi gioie della mia vita. Per me il fatto che non ho potuto parlarne con voi di questo problema apertamente è stato frustrante, difficile e a volte anche doloroso.

Comunque il fatto che entrambi, tramite accordi per tutelare la loro privacy, hanno espresso il desiderio di andare avanti con le proprie vite va rispettato. Basandoci su queste circostanze il regista ed io siamo non solo soddisfatti con la scelta originale di casting, ma siamo anche felici di avere Johnny nei panni di uno dei protagonisti.

In poche parole la scrittrice sostiene che non essendoci mai stata alcuna condanna per violenza domestica ed essendosi chiuso il divorzio senza ulteriori strascichi giudiziari sarebbe il caso di non tirare fuori una storia vecchia. Se veramente Johnny Depp è stato violento con la propria ex moglie, questo non è dato sapersi e sicuramente non lo sa JK Rowling o il pubblico da casa.

La scrittrice ci ricorda uno dei principi dei nostri stati, ovvero lo stato di diritto. Johnny Depp è stato accusato di essere violento, ma la faccenda non ha mai avuto conseguenze legali e non c’è mai stato nessun processo se non delle foto pubblicate e rilasciate dalla sua ex moglie prossima, all’epoca, a chiedere la separazione dal marito.

Chiude questo paragrafo la lettera della discordia:

Ho amato scrivere le prime due sceneggiature e non vedo l’ora che possiate vedere “I crimini di Grindelwald”. So che ci sarà qualcuno che non sarà soddisfatto dalla scelta dell’attore protagonista. Comunque la coscienza non è governabile da un comitato. Sia nel mondo reale sia nel mondo fantastico noi siamo tenuti a fare quello che pare giusto a noi.

Per molti proprio questo passaggio è stato un passo falso della scrittrice. Come può la mamma di Harry Potter che ha nelle sue storie incantate narrato come il Bene vinca sul Male, sempre e comunque, giustificare un uomo la cui fama è stata intaccata? Come fa a difendere un uomo che ha picchiato una donna?

Molti fan hanno commentato online il comunicato e hanno espresso in che modo Harry Potter li abbia aiutato. Non sono mancate testimonianze di donne e giovani vittime di violenze e soprusi vari che hanno proprio grazie al maghetto trovato la forza di reagire.

Qualche utente fa anche notare che non sono i datori di lavoro a dover punire. La legge e le sedi preposte sono le uniche ad avere questa possibilità. Ad oggi le accuse di Amber Heard sono solo chiacchiere, anche perché la donna non ha mai proseguito con la causa e la denuncia contro l’ex marito.

La figlia dell’attore e la ex compagna Vanessa Paradis avevano, invece, preso posizione pubblicamente in favore di Johnny Depp e replicato che non era per nulla violento.

E tu cosa ne pensi del commento di JK Rowling su Jhonny Depp?

Articoli Correlati