Moda uomo 2012: Ermanno Scervino

di Francesca Parravicini

Non solo rosa. Anche la moda maschile ha un ormai assunto una posizione di rilievo, vedi un evento come il Pitti Uomo, che ogni anno riesce a catalizzare su di sé gli occhi della stampa. Anche Milano si tinge d’azzurro con eventi e sfilate, tra le quali non poteva mancare Ermanno Scervino e la sua eleganza casual-chic.

Ermanno Scervino

Per l’estate 2012 la parola d’ordine dell’uomo Scervino sarà: naturalezza. Addio a tenute ingessate e forme imbalsamate: le classici fantasie del guardaroba di lui, principe di Galles, Pied a Poule e rigato si stendono su tessuti morbidi, che fondono cotone, lino e seta e aderiscono alla pelle senza costringerla. La sartorialità rimane una caratteristica fondamentale ed è visibile nella linea impeccabile delle giacche, classici doppiopetto, trapuntati dall’aspetto tecnico e blazer tagliati sotto il gomito, da indossare con camicia o t-shirt dallo scollo a v e nella linea impeccabile dei pantaloni che, con o senza pinces, si portano sempre risvoltati sopra la caviglia. Le camicie sono preziose e immacolate per lo smoking da sera (immancabile il papillon!) in seta o cotone, decorate da rouches, mentre per il giorno sono volutamente stropicciate e vissute; la maglieria è morbida e casual, comprende cardigan abbottonati, in cotone, lino, rafia e maglie in cotone, con invisibili fili d’acciaio nella trama. L’uomo metropolitano e dinamico di Ermanno Scervino non può fare a meno degli accessori: per viaggiare ci vogliono un borsone in rafia, in tessuto rigato o in principe di Galles, con manici in vacchetta, un cappello di ispirazione borsalino e comodissime scarpe effetto pantofola. I colori dominanti sono grigio, blu e le loro varianti, ma non mancano la nota energetica del corallo e la delicatezza del bianco.

Guarda la gallery della sfilata di Ermanno Scervino!

[nggallery id=104]

Articoli Correlati