Le Favole di Carta: come nasce una band

di admin

Carlotta ha incontrato per Ginger le Favole di Carta, band emergente italiana, e si è fatta raccontare come si fa a realizzare un sogno come quello di una band musicale. Ecco qui di seguito l’intervista per conoscere meglio il gruppo.

Le Favole di Carta, l’intervista

Ciao ragazzi! Allora, prima di tutto diteci qualcosa di voi:
Ciao, siamo le Favole di carta: Marco (voce), Stefano (chitarra), Nicolò (tastiera), Enrico (basso) e Andrea (batteria). Ora viviamo a Milano ma riuniamo un po’ tutta Italia con le nostre città d’origine: Padova, Livorno, Pesaro e Savona.
Ci siamo conosciuti nel novembre 2008 al Cpm di Milano (per chi non lo sapesse, è una scuola dedicata a tutti quelli che vogliono lavorare nel mondo della musica), in occasione del concorso "Cremusica" diretto da Franco Mussida e Mara Maionchi, che abbiamo, tra l’altro, vinto.

Mi piace il vostro nome: Favole di carta. Come vi è venuto in mente?
Tutto è nato per caso attorno ad un tavolo, quasi per gioco, tra un panino e una coca cola!

Dopo quasi un anno di concerti, qual’è stata la vostra esperienza più bella?
Abbiamo avuto molte esperienze veramente incredibili!!! Ognuna ha la sua storia, la sua emozione… sicuramente è da ricordare il concerto al Museo del Rock in piazza Duomo a Milano o quello all’Idroscalo con gli Aram Quartet o l’apertura ai Ministri di Livorno. La soddisfazione più grande, però, è stata la semifinale al Festival di Castrocaro 2009: siamo arrivati ad un soffio dalla finale RAI!

Oltre ai momenti divertenti immagino ci sia anche qualche problema a volte: quali sono le difficoltà che si incontrano nel vostro lavoro?
La cosa in assoluto piu’ dura è  trovare cinque teste (come nel nostro caso) che ragionino sulla stessa lunghezza d’onda e riuscire tutti quanti a mantenere un certo rigore nel provare e nel tenere alto il morale del gruppo trovando situazioni che stimolino la crescita.

Chi si occupa delle canzoni?
Le scrivono Marco, Stefano e Nicolò. Marco si occupa dei testi mentre Stefano e Nicolò delle musica e alla fine ci vediamo in sala e finiamo il tutto con Enrico e Andrea.

Con quale grande della musica vi piacerebbe suonare?
Sicuramente vorremmo un giorno poter essere il gruppo di apertura ai The Hoosiers, la band che ha dato il via alle nostre danze dando idee e ispirazioni alle Favole di Carta.

E se qualcuno ora avesse voglia di sentirvi, dove vi può trovare nei prossimi mesi?
Per ora abbiamo in programma qualche data a Padova (il 24 ottobre, per esempio, suoniamo al CRC di Abano Terme) e sicuramente a Milano ci sentirete in occasione del contest di Radio Crystal e per le semifinali del Tour Music Fest. Purtroppo non abbiamo molte date sicure e potrebbero arrivare altre opportunità (speriamo!)

Ultima domanda ragazzi: qualche consiglio che dareste alle lettrici/ lettori che vogliono creare un gruppo?
A tutti consigliamo per prima cosa di credere in quello che si fa, in cio’ che si crea…. essere perseveranti e viaggiare come treni, provare più tempo possibile, vivere con e per la band, respirare musica dalla mattina alla sera e non mollare mai e poi mai: non smettere di crederci!!!!
Non é un lavoro per tutti ma se avete fiducia in voi stessi e determinazione, otterrete buoni risultati.

Grazie Favole di Carta e in bocca al lupo!!!!

Articoli Correlati