In Gets Better: Adam Lambert incoraggia i giovani gay.

di Alice Ziveri

"Molti giovani LGTB (lesbiche, gay, bisessuali, transessuali) non riescono ad immaginare come potrebbe essere la loro vita da adulti dichiaratamente gay. Non riescono ad immaginare nemmeno un futuro per sé stessi. Mostriamo loro come sono le nostre vite, mostriamo loro cosa il futuro potrebbe avere in serbo."
Questa la nota di spiegazione di It Gets Better Project.
L’ iniziativa è stata lanciata da Dan Savage, colonnista autore della rubrica "Savage Love", e dal compagno Terry, in seguito al suicidio di Billy Lucas, quindicenne dell’Indiana che alle continue molestie e prese in giro dei compagni di scuola ha preferito la morte. Solo uno dei (tristemente) numerosi casi di giovani omosessuali talmente vessati dalla crudeltà dei coetanei, da non volere più vivere.

Le cose miglioreranno

It gets better. Andrà meglio. E’ il messaggio che Dan e Terry vogliono cercare di passare a tutti i giovanissimi, raccontandosi e lasciando che altre coppie omosessuali adulte lascino la propria testimonianza di serenità sul sito del progetto. Perché oltre la cattiveria dell’età adolescenziale e la comunità involuta del liceo, c’è un futuro che può essere grandioso.
"Le persone che allora mi prendevano in giro, non so nemmeno che fine abbiamo fatto… non so se siano felici, ma immagino che siano tristi. Perché sono le persone tristi che vogliono rendere tristi gli altri."
"Vivere bene è la più grande vendetta. Se riuscirete a sopravvivere al liceo, e ci riuscirete, avrete una vita splendida. E sarà l’invidia di quelle persone che vi attaccavano."
Così dicono i Dan e Terry nel loro video.
Nel progetto sono state coinvolte diverse celebrità, fra cui Adam Lambert, una delle poche popstar apertamente gay.
In una clip di novanta secondi in bianco e nero, che dai costumi eccentrici di sfondo si direbbe essere stato girato nel backstage di un concerto, la giovane star incoraggia le vittime dell’omofobia a tenere duro e credere in sé stessi, non permettendo alla prepotenza altrui di abbatterli.
Nemmeno a farlo apposta, solo pochi giorni fa Adam è stato preso di mira dal partito islamico della Malesia, che ha denunciato il suo show come "offensivo, lascivo e gay" (ricordiamo fra l’altro che in Malesia l’omosessualità è considerata reato penale). Per evitare di cancellare la performance, il cantante ha dovuto firmare un contratto che lo impegnava a moderare i toni dell’esibizione.

Il messaggio di Adam

"Andrà meglio. Sembra difficile… penso che l’essere diversi sia sempre un cammino duro, ci saranno sempre persone che ne sono spaventate. Ma alla fine, se date a quei bulletti e a tutte quelle persone ignoranti e impaurite dalle vostre scelte di vita… se date loro il potere di farvi del male, li state lasciando vincere. E non se lo meritano. Essere quello che siete significa mantenersi fedeli a sé stessi ed essere coraggiosi. Io credo in voi. Penso che sia stupendo, ci sono un sacco di persone come noi in questo mondo, che sono esattamente come voi, e che credono in voi."

Adam parla poi della sua esperienza presente, degli insulti gratuiti a cui la vita sotto i riflettori lo espone. Ma nonostante ciò, vale sempre la pena di rimanere fedeli a ciò che si è.

"Sapete, persino uno come me, uno che ultimamente ha avuto del successo nella sua carriera, che sta girando il mondo, che ha un album nei negozi, video musicali, che sta vivendo il suo sogno… Anch’io vengo molestato.
Basta guardare nei commenti di qualsiasi articolo, e ci troverete dei bulletti che mi dicono che sono un fr***o, che sono brutto, che faccio schifo, bleah, che schifo, è disgustoso, è una femminuccia, blablabla, tutte queste cavolate. Insomma, sono discriminato, è tutto un gaygaygaygay, anche se io sono molto di più che la persona con cui scelgo di andare a letto."

"Quindi, alla fine, signori e signore, il punto è che voi siete molto più che il vostro orientamento. Lo sapete, come lo so io. Allora non lasciate che quei prepotenti, quelle persone ignoranti, codarde e ottuse vi diano filo da torcere. Dovete essere forti e guardare al positivo. E’ facendolo che riuscirete a farvi largo e ad emergere, per vivere la vostra vita al massimo. Andrà meglio, ma sta a voi!"

Guarda il video

Articoli Correlati