GingerGeneration.it intervista Il Pagante: “Too Much è la fase embrionale di un nuovo progetto discografico”

di Alberto Muraro

Lo scorso 9 giugno Il Pagante, trio milanese composto da Eddy Veerus, Federica Napoli e Roberta Branchini, è finalmente ritornato in radio con il nuovo singolo Too Much, pezzo candidato di diritto a diventare uno dei prossimi tormentoni dell’estate 2017.

Il brano, ideale seguito di Vamonos e Bomber, rappresenta al 100% lo stile de Il Pagante, un gruppo capace di dettare il trend musicale delle notte dei giovanissimi italiani con una scanzonata ironia e, allo stesso tempo, con un’attenta analisi (a tratti provocatoria) sul presente.

Per accompagnare il pezzo, il trio di giovani milanesi ha deciso di girare un simpatico video uffciale che vede come protagonista e guest star nientepopodimeno che Antonio Razzi, il senatore diventato negli ultimi tempi una vera e propria stella del web al pari di Giancarlo Magalli e Alberto Angela.

GingerGeneration.it ha avuto la fortuna di incontrare Eddy de Il Pagante a poche ore dall’uscita del video di Too Much, ecco cosa ci ha raccontato!

Com’è nata l’idea dietro ad un pezzo come Too Much?

All’interno del nostro gruppo “Too Much” è diventata un po’ un’espressione di moda, quasi un tormentone, per definire qualcosa di eccessivo: con questo spunto abbiamo preso ispirazione per raccontare le abitudini del mondo di oggi.

Per la produzione del singolo vi siete sempre affidati a Merk & Kremont?

No, la base è stata prodotta da Nicolò Arquilla e Pete Miles: loro ci hanno aiutato a dare un sound più internazionale al nostro progetto.

 

Parlando di progetti internazionale, avete già pensato di esportare Il Pagante all’estero?

Per ora ci siamo limitati alla Croazia, dove abbiamo fatto qualche show, ma Il Pagante resta soprattutto un gruppo basato in Italia e con un pubblico italiano.

Quando vi avevo intervistati l’anno scorso mi avevate detto di essere una band che guarda il mondo con gli occhi del pagante, cioè del classico ragazzo che, pagando, va in discoteca, si diverte, esce e va in vacanza con gli amici. Too much in un certo senso ha un testo più critico rispetto ai vostri precedenti brani, possiamo dire che in un certo senso siete maturati?

Sicuramente rispetto al passato c’è stata un’evouzione: dopo il periodo di Entro in pass dove abbiamo parlato principalmente di divertimento, feste e discoteche era arrivato il momento di parlare di qualcosa in modo più serio e critico, sempre però con il nostro stile.

 

Quale sarà la vostra futura direzione musicale? C’è un nuovo progetto discografico in arrivo?

Too much è il primo passo di una nuova era, diciamo che potremmo dire che il nostro disco si trova attualmente in una fase embrionale. Vediamo come andranno le cose per questo singolo e poi si vedrà.

Che tipo di messaggio volevate trasmettere con la scena della mano di Federica, che è nata con un’aplasia?

Federica ha sempre voluto tenere il riserbo su questo fatto della mano: dopo aver letto una serie di commenti “un po’ too much” su Youtube le è sembrato il caso di aprirsi a riguardo e abbiamo deciso di sfruttare la cosa.

Com’è stato lavorare con il senatore Antonio Razzi per il video di Too Much?

Per avere Razzi nel nostro video (insieme al quale abbiamo costruito un copione ad hoc) abbiamo dovuto contrattare fino all’ultimo! Mi permetto di dire che noi come Il Pagante, anche se non siamo stati proprio i primi, abbiamo dato il via a questa moda di aprire i nostri video con personaggi famosi, è qualcosa che poi è diventato molto mainstream nella musica italiana!

 

Quali sono i prossimi appuntamenti con i fan che ci dobbiamo segnare in agenda?

L’estate sarà ricca di occasioni per incontrarci: suoneremo in giro per club e discoteche,  il calendario completo lo troverete nei prossimi giorni sui nostri canali social!

Qui sotto trovate il video ufficiale di Too Much de Il Pagante: che ne pensate di questa canzone?

 

Articoli Correlati