"Felpe & Co."

di admin

Non si fa in tempo a riporre il costume da bagno che già le vetrine dei negozi ci offrono in un batter d’occhio le proposte per questo autunno-inverno 2007/08. Passeggiamo per le strade con le amiche ma non possiamo fare a meno di non intristirci alla sola visione dei manichini coperti di maglioni, cappellini di lana, sciarpe e stivali che, quest’anno, arriveranno fino al ginocchio! Eppure il freddo non è ancora arrivato e le giornate ci regalano ancora il calore di un sole sì tiepido ma che stenta a farci già dimenticare l’estate da poco conclusa.
La mattina, poi, il solito problema: ci si ritrova davanti allo specchio di fronte all’eterno dilemma di inizio autunno, un dubbio che torna sempre in una stagione un po’ ibrida come questa: in questo periodo non so come vestirmi!

Assodato che ormai il jeans sia un capo per tutte le stagioni, è, quindi, il “sopra” a fare la differenza: perché se fuori fa ancora caldo, posso anche infilarmi un paio di jeans a pinocchietto con le mie Converse All Star (ripiegate in avanti of course) ma sopra, una t-shirt a maniche lunghe, non basterà di certo; per indossare il piumino senza maniche, poi, è veramente troppo presto ma sul motorino qualcosa di caldo farebbe proprio comodo. Eh già, qualcosa di avvolgente, morbido e coccoloso ma che con un semplice gesto possiamo toglierci di dosso per legarlo, perché no, intorno alla vita! Ecco, quindi, comparire il capo salvagente di questa stagione: la felpa! A girocollo, intera, col cappuccio o senza, con una zip aperta davanti, con o senza maniche, i modelli proposti sono veramente tantissimi e non si può negare che siano veramente tante le case di moda che si sono lanciate in una sfida all’ultima felpa per accaparrarsi le simpatie di tutte noi!

Da quella di Dsquared, il marchio innovativo che coniuga arte e moda (propone modelli e fantasie stravaganti) e che vi farà apparire tutto fuorché classiche e banali alla simpatica scimmietta di Julius & Friends (una delle linee di Paul Frank, un fenomeno di tendenza degli ultimi tempi, che ha fatto della scimmia Julius e dei suoi amici, il marchio simbolo di questa casa di moda) passando per la deliziosa margherita di Matteo Cambi, il fondatore del marchio Guru: l’inconfondibile margherita si è affermata da subito come un logo semplice, efficace ed accattivante, campeggiando sulle felpe dei teenager fino a ricoprire un posto anche sulla divisa dei piloti Renault di Formula 1.

Se invece i maschietti vogliono sentirci un po’ come Bobo Vieri e Paolo Maldini, non possiamo non scegliere una felpa Sweet Years: le linee smilze e i colori e il cuore rosso stilizzato che ricorre al centro (quasi a voler simboleggiare il cuore che batte dentro ognuno di noi) ci comunica passione, sentimento e positività.

Ma se il “cuore”volesse lasciare spazio ad una piccola “mela” azzurra, allora la scelta dovrebbe cadere sulla Baci & Abbracci collezioni, brand sport/chic che si ispira alle tendenze dello street style metropolitano molto amato dalle giovanissime come noi. La felpa contraddistinta dalla piccola mela è un capo che, fortunatamente per noi, troviamo sotto forma di tanti modelli per ogni momento della giornata: lunga con cappuccio per la mattina a scuola, a giacchina slim in cotone ed elastam con cristalli, perline, jaiss e profili in vernice o raso per le uscite serali. Un brand, quindi, che rimane al passo con i tempi e con ciò che la moda ci consiglia, senza però tradire lo stile casual!

Spazio invece al vintage con Miss Sixty che, insieme al marchio Energie griffa felpe e maglioni conferendo a questi capi quell’effetto “usato” ma allo stesso tempo “innovativo”, forte, di tendenza e, ovviamente, indipendente, un’ indipendenza che possiamo trovare anche nella linea Fornarina, brand dove la febbre del fashion non può non contagiarci, immergendoci in un’atmosfera vanitosa, colorata e molto juicy.

E concludiamo la nostra panoramica sulle felpe con una dedica alla “diva” più famosa del momento! Pharmacy Industry, uno dei marchi street più innovativi di tutto il panorama mondiale: la felpa con le stelle con quello sfondo da effetto ottico che rivisita il più classico dei classici dei motivi: il pied de poule! Chissà perché ora, vedendolo sulle nostre felpe anziché sulle gonne un po’ retrò delle nostre mamme, non ci pare più poi così tanto vecchio e antico.

Articoli Correlati