GingerGeneration.it

Chiara Ferragni devolve il suo compenso a Sanremo per un’importante causa

scritto da Giovanna Codella
chiara ferragni

Chiara Ferragni, una delle co-conduttrici del prossimo Festival di Sanremo ha deciso di evolvere ciò che guadagnerà per le due serate a un ente di beneficienza.

L’imprenditrice digitale lo ha rivelato mediante un video messaggio che ha pubblicato su Instagram e in cui ha dichiarato:

Sono molto felice di poter annunciare che ho devoluto l’intero compenso della mia partecipazione a Sanremo all’associazione D.i.R.e, una rete contro la violenza che su tutto il territorio italiano si occupa di aiutare donne vittime di violenza da parte degli uomini. In questo momento più che mai sia importante parlare della violenza di cui le donne sono vittime, di tutti i tipi di violenza, quindi non soltanto quella fisica ma anche quella psicologica ed economica.

L’associazione, con più di 100 centri antiviolenza e più di 60 case rifugio, agisce su tutto il territorio e riesce ad aiutare circa 20mila donne ogni anno. Per me era molto importante dare un aiuto concreto a quest’associazione, ho avuto modo di conoscere la presidente e alcune delle operatrici in questi mesi passati e loro sono le vere eroine di tutto questo. Sono le persone che si occupano concretamente di aiutare queste donne e sono convinta che questo sia solo l’inizio di un bellissimo percorso insieme. Volevo ringraziare anche la Rai e Amadeus senza cui quest’iniziativa non sarebbe stata possibile.

Di cosa si occupa l’associazione scelta da Chiara Ferragni

D.i.Re – Donne in Rete contro la violenza si costituisce nel 2008, basa il suo operato sull’esperienza delle realtà locali e ha lo scopo di costruire un’azione politica nazionale che sappia promuovere il cambiamento culturale fondamentale per il contrasto e il superamento della violenza maschile sulle donne.

Le azioni di D.i.Re sono orientate a rendere più visibile il fenomeno della violenza maschile sulle donne, modificando nella società la percezione della sua entità e gravità per collocarlo tra crimini contro l’umanità.

Cosa ne pensante della scelta di Chiara Ferragni di evolvere il suo compenso per questa causa?